Sexy shop sponsor della festa dell’Unità: il Pd annuncia sanzioni

L'Isola del piacere offrirà ai partecipanti dell'evento di Treviglio anche una selezione di gadget messi in palio dal negozio di articoli erotici

0
Una festa dell'Unità, foto generica
Una festa dell'Unità, foto generica

The times they are a changin’, recita una notissima canzone di Bob Dylan diventata un simbolo di diverse generazioni. Ed evidentemente i tempi sono cambiati davvero se alla Festa dell’Unità della vicina Treviglio – che si terrà dal 19 al 30 luglio nell’area feste di via Murena – tra gli sponsor che hanno permesso di celebrare l’iniziativa (che riconduce al defunto giornale fondato da Antonio Gramsci) è comparso anche un sexy shop. Una scelta che ha suscitato la curiosità di tutti i media nazionali e le ire dei referenti provinciali del bergamasco.

La notizia è stata diffusa dagli organizzatori della festa tramite il canale Facebook dell’evento, in cui – tra osterie, supermercati e agenzie di viaggio – si ringrazia anche il sexy shop L’Isola del piacere, con tanto di link che rimanda a una pagina la cui immagine di copertina lascia davvero poco spazio alle interpretazioni. A rendere più curiosa l’iniziativa, poi, c’è anche il fatto che tra i premi messi in palio  dalla lotteria ci sarà anche una selezione di gadget messi in palio dal negozio di articoli erotici.

E se gli organizzatori hanno difeso la bontà della loro decisione, il Pd provinciale ha invece deciso di condannare la scelta, evocando il fatto che sia poco rispettosa nei confronti delle donne del partito. “E’ una decisione che mi innervosisce”, ha dichiarato a Radio24 il responsabile provinciale delle feste del partito orobico, “vedremo di prendere provvedimenti”. Insomma: i tempi non sono cambiati del tutto.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome