Lavoro, con Cauto la collettività risparmia 320mila euro all’anno

La cooperativa nel 2017 ha dato occupazione a 408 lavoratori (+26 lavoratori rispetto al 2016), scelti nella quasi totalità tra le categorie più disagiate

0
Un mezzo della cooperativa sociale Cauto di Brescia
Un mezzo della cooperativa sociale Cauto di Brescia

Con l’assemblea soci per l’approvazione del Bilancio Sociale 2017, svoltasi lunedì 16 luglio, la Cooperativa sociale CAUTO ha reso conto a tutti gli stakeholder del proprio operato e dell’impatto generato sul proprio territorio di riferimento. Due concetti chiave presenti anche nella lettera di apertura al documento di Bilancio Sociale 2017 redatta dal presidente Alessandro Zani: partecipazione e coinvolgimento per affrontare con responsabilità e impegno i cambiamenti in atto.

La cooperativa nel 2017 ha dato occupazione a 408 lavoratori (+26 lavoratori rispetto al 2016), scelti nella quasi totalità tra le categorie più disagiate. 121 persone in progetto di inserimento lavorativo (+9 rispetto al 2016), in percentuale di oltre 10 punti rispetto al 30% previsto ai sensi della legge 381/91. Dati che generano una ricaduta economica sulla Pubblica Amministrazione in termini di risparmio e di riduzione di costi sociali di oltre 320.000 euro. Il lavoro infatti, oltre a essere strumento di “riscatto sociale”, genera reddito e riduce enormemente l’utilizzo di strutture pubbliche quali ad esempio ospedali, comunità terapeutiche e carcere.

Tra le altre attività storiche e di maggiore impatto sociale, Cauto ha promosso la Dispensa Sociale, per il recupero degli scarti alimentari e la distribuzione a scopo sociale, con un incremento delle persone fruitrici: circa 10.000 (+3000 stimate al 2016) le persone che ricevono settimanalmente beni alimentari ridistribuiti dalle Associazione che ritirano alimenti scartati dalla grande distribuzione presso la Dispensa Sociale Cauto.

Sono 10.000, inoltre, gli studenti sensibilizzati su tematiche ambientali grazie agli interventi didattici erogati da CAUTO nel corso del 2017 e oltre 1500 gli studenti che hanno visitato la cooperativa; più di 12.000 i libri salvati dal macero e rimessi nelle mani di nuovi lettori grazie ad una filiera dedicata ed alla presenza del negozio Spigolandia.

Il valore della produzione di Cauto nel 2017 ha superato i 17.000.000 €, con una redistribuzione di oltre l’80% della ricchezza generata, ai lavoratori e alle oltre 400 rispettive famiglie.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome