Novità in vista per gli agenti delle carceri bresciane

La Fp CGIL ha denunciato al Ministro della Giustizia e all’Amministrazione Penitenziaria le drammatiche condizioni degli organici nelle carceri

0
La polizia penitenziara, foto generica dal web
La polizia penitenziara, foto generica dal web

Novità in vista per le carceri bresciane.

Si comincia da un cambio di vertice per la di Brescia, la cui guida sarà affidata a Letizia Tognali, che attualmente guida gli agenti a Mantova e che sostituirà Maria Luisa Abossida.

In seguito all’appello che la Fp CGIL aveva avanzato al Ministro della Giustizia e ai vertici dell’Amministrazione Penitenziaria, denunciando la drammaticità delle condizioni degli organici nelle carceri e auspicando un supporto concreto, da lunedì 32 nuovi agenti di Polizia Penitenziaria entreranno in servizio a Brescia.

I neo agenti provengono dalle scuole di formazione: 26 uomini accresceranno l’organico del Nerio Fischione (ex Canton Mombello), mentre 7 agenti donne andranno alla Casa di reclusione di Verziano. Qui vi sarà, inoltre, un ulteriore incremento dal 15 Settembre 2018 di 7 uomini provenienti proprio dal Nerio Fischione.

Da anni i due istituti soffrono per la carenza di risorse umane, costrette spesso a ricoprire più posti di servizio: un agente per quattro piani detentivi per un totale di oltre 150 detenuti al Nerio Fischione e un’agente donna per oltre 50 detenute a Verziano.

Un’altra modifica potrebbe poi riguardare l’accorpamento delle direzioni delle due carceri cittadine. Entrambe potrebbero infatti essere affidate a Francesca Paola Lucrezi, già direttrice della casa circondariale di Verziano. Per Francesca Gioieni, oggi alla guida del Nerio Fischione, potrebbe invece profilarsi un nuovo incarico.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome