Addio a Kuma, il pastore tedesco del maneggio ucciso brutalmente

L'animale è stato trovato a poche centinaia di metri da casa in una strada di campagna, con il cranio fracassato e ricoperto da sterpaglie

1
E’ caccia all’anonimo che nelle scorse ore ha ucciso Kuma, il pastore tedesco del maneggio San Michele di Bassano Bresciano scomparso lo scorso 24 luglio.
Inutili le ricerche, durate giorni. L’animale è stato trovato a poche centinaia di metri da casa in una strada di campagna, con il cranio fracassato e ricoperto da sterpaglie. Una scena che fa ipotizzare non si sia trattato di un incidente o di un animale selvatico, ma che a ucciderlo sia stato un uomo.
La proprietaria dell’animale ha già sporto denuncia ai carainieri e, intervista da Bresciaoggi, ha sottolineato di avere sospetti sul presunto colpevole: “Sospetti ne ho, avevamo già ricevuto minacce ma non pensavo si potesse arrivare a tanto”, ha detto.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome