Taglio pensioni d’oro, Cominardi (M5S): privilegi al capolinea

Cominardi è uno degli ispiratori della proposta di legge presentata dal MoVimento 5 Stelle quattro anni e mezzo fa, ovvero a pochi mesi dall'avvio della XVII Legislatura

2
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi

“La politica dei privilegi è al capolinea”. Con queste parole , sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, saluta la proposta di legge sul taglio delle pensioni d’oro annunciata da Luigi Di Maio in tarda mattinata.

Il parlamentare palazzolese è uno degli ispiratori della proposta di legge presentata dal MoVimento 5 Stelle quattro anni e mezzo fa, ovvero a pochi mesi dall’avvio della XVII Legislatura (13 dicembre 2013).

“Tagliare le pensioni d’oro è un atto di giustizia, di equità, di civiltà, soprattutto per un Paese come l’Italia in cui come ci dice l’ISTAT la povertà e la disuguaglianza sono in aumento – afferma Cominardi – È assai probabile che la vecchia politica reagirà con i denti contro questo provvedimento. Spero solo che gli oppositori evitino di fare pessime figure e per una volta diano ascolto ai comuni cittadini. Solo coloro che si guadagnano quotidianamente il pane con fatica, ma anche le migliaia di disoccupati e lavoratori poveri, hanno un’idea di quanto sia giusto intervenire con questa misura”.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Condivido ciò che dice il pentastellato. Mi auguro che finalmente dalle parole si arrivi ai fatti, senza tentennamenti e ripensamenti. Anche se, come dicono in molti per non fare niente, servirà a poco in termini economici, sarà utilissimo a livello morale. Quindi è assolutamente da fare.

  2. Caeo Cominardi, a quando la riforma sull’8 per mille? Anche qui privilegi e sistema insostenibile. Attendiamo sempre meno speranzosi….

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome