Brescia, da settembre 26 Vigili del fuoco in meno

Le squadre bresciane sono state recentemente impegnate a Genova, insieme ad altri soccorritori, per il recupero delle vittime del crollo del ponte Morandi

0
Vigili del fuoco in azione
Vigili del fuoco in azione

A metà settembre 26 saranno trasferiti da Brescia ad altre sedi.

Uno spostamento che fa parte della programmata mobilità del personale, ma che creerà non pochi problemi, dato che i 26 Vigili non saranno in alcun modo sostituiti.

Dei 326 Vigili previsti nella pianta organica del comando ve ne saranno così in servizio 250. Un numero che non tiene conto delle necessità del territorio e delle tante emergenze che spesso vi si presentano e che richiedono grandi sforzi e sacrifici.

Da ultime le ricerche della piccola Iuschra, che hanno richiesto un intervento e un impiego di risorse continuo, 24 ore su 24, poi si contano i numerosi interventi per spegnere gli incendi nei boschi del lago di Garda, per il recupero di vittime di incidenti in Valtrompia e Valcamonica, per altri drammi in città.

Proprio in questi giorni si è più volte ringraziato il loro lavoro: le squadre bresciane sono infatti state impegnate a Genova, insieme ad altri soccorritori, per il recupero delle vittime del crollo del ponte Morandi. In passato molti Vigili del fuoco di Brescia erano stati attivi in prima linea nel terremoto di Amatrice, nel disastro di Rigopiano e solo qualche settimana fa nel terribile scoppio dell’autocisterna sull’A14 a Bologna.

Secondo quanto riferiscono i sindacati lombardi, il comando provinciale bresciano è quello che più soffre la carenza di organico. Al momento, però, sebbene del problema siano stati informati sia i parlamentari bresciani, sia e Ministero dell’Interno, non si vede alcuna soluzione al problema.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome