Discarica Castella, Rolfi attacca il Pd: traditi i cittadini di Buffalora

L'assessore regionale leghista interviene con una nota in merito all’approvazione da parte della Provincia di Brescia della discarica

2
Fabio Rolfi (Lega Nord)
Fabio Rolfi (Lega Nord)

“L’approvazione della discarica La è davvero paradossale perché è avvenuta da un ente governato dallo stesso partito che solo il sabato prima ha manifestato contro la stessa, con il sindaco di Brescia in testa. Una sceneggiata da film di Totò, peccato che a rimetterci sia la qualità della vita di una comunità”. Lo ha detto l’assessore regionale in merito all’approvazione da parte della di Brescia della discarica La Castella a Buffalora.

“Brescia – incalza l’esponente del Carroccio – non può permettersi altre ed è significativo che mentre i nuovi impianti al vaglio della Regione vengono generalmente bocciati (come la Castella 1) quelli di competenza provinciale vengono sempre approvati (Castella 2, ampliamento ). È evidente il preciso indirizzo politico del bresciano, ben diverso da quello che raccontano ai cittadini, ingannandoli, in campagna elettorale” aggiunge Rolfi.

“Sul caso specifico – conclude l’assessore – grava poi un conflitto di interessi palese dato che la provincia è socia di Garda Uno, società proponente progetto, con una partecipazione non irrilevante. In sostanza chi ha autorizzato ha un evidente interesse che l’impianto venisse autorizzato. Tutto normale?”.

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome