Gambero Rosso, quasi la metà dei migliori vini d’Italia sono in Franciacorta

Tra i 24 vini premiati quest'anno, ben nove sono le cuvée franciacortina, ma tra le eccellenze ci sono anche un Chiaretto e un Botticino

0
Spumante Franciacorta
Spumante Franciacorta
pigliatutto nella nuova edizione della guida del . Quasi la metà dei vini premiati con i tre bicchieri per il 2019, infatti, vengono dalla zona morenica di cui Rovato ed Erbusco si contendono il ruolo di capitale: un territorio che fino al 1961 non era presente sulle carte enologiche, mentre oggi è una denominazione di prima grandezza a livello italiano. Tra i 24 vini premiati quest’anno, ben nove sono le cuvée di .
Segue con sette vini premiati un altro distretto d’eccellenza, l’Oltrepò Pavese, altra grande terra di , soprattutto da pinot nero in questo caso. I premiati sono 4 sono cuvée basate sulla gloria locale, il pinot nero, che altri due produttori, conte Vistarino e il debuttante (nel club dei premiati) marchese Adorno si aggiudicano invece con Pinot Nero vinificati tradizionalmente, a conferma della straordinaria vocazione di questo territorio per il difficile vitigno. Chiude la carrellata Ca’ di Frara (altro debutto) con un Riesling Riserva che sottolinea la straordinaria unicità di questo distretto vocato alle uve più “complicate” del mondo.
I cinque valtellinesi, Ar.Pe.Pe,, Rainoldi, Dirupi, Mamete Prevostini e Nino Negri propongono altrettanti supervini da queste vigne a ridosso delle Alpi. E ancora: la Ca’ Maiol si aggiudica l’ennesimo Tre Bicchieri con un seducente Lugana Riserva (altro terroir di valore assoluto), ma ci interessa presentarvi due novità assolute: una è il Botticino Gobbio ’16 della famiglia , piccolo grande artigianale da un territorio fino ad oggi poco battuto. L’ultima e più preziosa è il doppio debutto, di un’azienda, la Costaripa di Mattia Vezzola, e di una denominazione di grande prospettiva. In Valtènesi premiamo infatti un Chiaretto, il Molmenti, da uve groppello, che esce ora con l’annata 2015. Una straordinaria prova del valore di questa Doc gardesana e del talento enologico di Mattia Vezzola, fino a oggi automaticamente collegato al mondo del Franciacorta.

I vini della Lombardia premiati con Tre Bicchieri (2018)

Bertone Pinot Nero ’15 – Conte Vistarino
Botticino Gobbio ’16 – Antica Tesa-Noventa
Brut M. Cl. ’13 – Monsupello
Franciacorta Brut ’13 – Lo Sparviere
Franciacorta Brut Teatro alla Scala ’13 – Bellavista
Franciacorta Dosage Zéro Vintage Collection Noir ’09 – Ca’ del Bosco
Franciacorta Nature 61 ’11 – Guido Berlucchi & C.
Franciacorta Nature Origines Ris. ’12 – Lantieri de Paratico
Franciacorta Pas Dosé Ris. ’08 – Mosnel
Franciacorta Pas Dosé Riserva 33 ’11 – Ferghettina
Franciacorta Satèn – Ricci Curbastro
Franciacorta Zero ’14 – Contadi Castaldi
Lugana Sup. Sel. Fabio Contato ’16 – Cà Maiol
OP Pinot Nero Brut M. Cl. 1870 ’14 – Giorgi
OP Pinot Nero Dosage Zéro M. Cl. Vergomberra ’13 – Bruno Verdi
OP Pinot Nero Nature M. Cl. Oltrenero ’13 – Oltrenero
OP Pinot Nero Rile Nero ’15 – Marchese Adorno
OP Riesling Oliva Ris. ’16 – Ca’ di Frara
Valtellina Sfursat 5 Stelle ’15 – Nino Negri
Valtellina Sfursat Fruttaio Ca’ Rizzieri ’15 – Aldo Rainoldi
Valtellina Sup. Dirupi ’16 – Dirupi
Valtellina Sup. Sassella San Lorenzo ’16 – Mamete Prevostini
Valtellina Sup. Sassella V. Regina Ris. 09 – Ar. Pe. Pe.
Valtènesi Chiaretto Molmenti ’15 – Costaripa

I vini della Lombardia premiati con Tre Bicchieri (2017)

Brut Rosé – Monsupello
Extra Brut Farfalla – Ballabio
Franciacorta  Nature ’61 ’10 – Guido Berlucchi & C.
Franciacorta Brut ’12 – Lo Sparviere
Franciacorta Brut Arcadia ’13 – Lantieri de Paratico
Franciacorta Brut Museum Release ’07 – Ricci Curbastro
Franciacorta Brut Naturae ’13 –
Franciacorta Brut Satèn Soul ’11 – Contadi Castaldi
Franciacorta Dosage Zéro Vintage Collection ’12 – Ca’ del Bosco
Franciacorta Pas Dosé 33 Ris. ’10 – Ferghettina
Franciacorta Pas Operé  ’10 – Bellavista
Lugana Molin’16 – Cà Maiol
OP Brut Pinot Nero ‘More ’13 – Castello di Cigognola
OP Brut Top Zero – F.lli Giorgi
OP Dosage Zero Vergomberra ’12 – Bruno Verdi
OP Pinot Nero Brut M. Cl. Cuvée della Casa – Francesco Montagna – Bertè & Cordini
OP Pinot Nero Rosé M. Cl. NorEma ’13 – Calatroni
Pinot Nero Arfena’15 – Andrea Picchioni
Valtellina Sforzato Albareda’15 – Mamete Prevostini
Valtellina Sfursat Carlo Negri’15 – Nino Negri
Valtellina Sup. Dirupi Ris.’14 – Dirupi
Valtellina Sup. Sassella Ris.’13 – Aldo Rainoldi
Valtellina Sup. Sassella Rocce Rosse Ris. ’07 – Ar.Pe.Pe.

LA CLASSIFICA DELLE MIGLIORI PIZZERIE BRESCIANE SECONDO IL GAMBERO ROSSO

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome