Candidato col mitra eletto, Beccalossi: ora si dimetta

Il consigliere regionale: ha avuto il suo ‘quarto d’ora di celebrità’ grazie alle foto in cui appariva sorridente imbracciando un kalashnikov, ma resto convinta che se questo signore avesse almeno un po’ di dignità dovrebbe dimettersi ancora prima di insediarsi

0
Viviana Beccalossi
Viviana Beccalossi

“Ha avuto il suo ‘quarto d’ora di celebrità’ grazie alle foto in cui appariva sorridente imbracciando un kalashnikov, ma resto convinta che se questo signore avesse almeno un po’ di dignità dovrebbe dimettersi ancora prima di insediarsi”.

Lo dichiara , consigliere regionale (Gruppo Misto), intervenendo in merito all’elezione di Talat Chaudhry, candidato pakistano che aveva postato sul suo profilo Facebook immagini che lo ritraevano imbracciare un mitragliatore, ai consigli di quartiere di Brescia.

“A Brescia –prosegue Viviana Beccalossi- siamo messi proprio bene. Con buona pace di chi ha scritto un regolamento comunale a dir poco discutibile. Se questo è il modello di integrazione e di società multirazziale della sinistra, voglio scendere subito da questo treno”.

“Anche il sindaco Del Bono –conclude- dovrebbe riflettere sulla debolezza della sua azione. Aveva promesso di battersi per far ritirare la candidatura ma non è nemmeno riuscito a convincere la commissione elettorale. C’è da augurarsi che almeno chieda a questo suo nuovo interlocutore di presentarsi disarmato agli appuntamenti ufficiali”.

L’interessato, intervistato da BsNews.it prima del voto, aveva risposto così.

Talat Chaudhry Doga in una foto da Facebook (con il consenso dell'interessato)
Talat Chaudhry Doga in una foto da Facebook (con il consenso dell’interessato)
Il candidato nella foto comparsa su Facebook
Il candidato nella foto comparsa su Facebook

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome