+++ Strasburgo, terrore ai mercatini di Natale: killer spara, morti e feriti +++

Ancora incerto il bilancio delle vittime: l'omicida sarebbe un islamico già schedato dalle autorità per radicalizzazione

0
Polizia francese in azione, foto generica
Polizia francese in azione, foto generica

Tragedia nella serata di oggi a Strasburgo, città francese che ospita il Parlamento europeo. L’esatta dinamica di quanto accaduto e il bilancio esatto di morti e feriti non è ancora noto, ma la certezza è che intorno alle 20 si è verificata una sparatoria in una zona in cui erano stati allestiti i mercatini di Natale.

Le vittime, secondo le prime informazioni, sarebbero tre, mentre i feriti undici. L’attentatore sarebbe già stato identificato, ma sarebbe riuscito a fuggire e a raggiungere il quartiere di Neudorf. Qui la polizia, anche con gli elicotteri, ha cercato di bloccarlo: ne è scaturita una sparatoria e l’uomo è rimasto ferito ad una mano.

L’attentatore sarebbe un islamico di 29 anni (nato in Francia ma di origini Nordafricane) già schedato dalle autorità per radicalizzazione. Proprio la mattina dell’attacco l’uomo aveva sventato l’arresto della polizia.

La città francese, in passato, era già stata vittima di azioni terroristiche, in particolare proprio nella zona dei mercatini di Natale. Anche nel novembre 2016 sette persone vennero fermate dalle forze speciali francesi prima che mettessero a segno un attentato.

++ AGGIORNAMENTO +++

IL sindaco di Strasburgo, Roland Ries, e il ministro dell’Interno francese hanno invitato la popolazione a restare in casa e a “seguire le istruzioni delle autorità”, parlando di “un grave incidente di sicurezza pubblica è in corso a Strasburgo”. L’Unità di Crisi della Farnesina raccomanda ai connazionali presenti in loco “di evitare la zona del centro storico della città2 e consiglia di “seguire le indicazioni delle autorità locali”.

+++ AGGIORNAMENTO +++

Blitz delle forze speciali in corso: l’attentatore sarebbe ferito.

+++ AGGIORNAMENTO +++

L’ultimo bilancio è di tre morti e dodici feriti.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome