Pallavolo, undicesimo successo per l’Atlantide che torna in vetta

Un’interminabile altalena di emozioni e tanta soddisfazione per i mille spettatori che hanno sostenuto la Centrale Sferc McDonald’s dal primo all'ultimo punto, e sono stati tanti al San Filippo

0
Bisi in azione - foto da ufficio stampa
Bisi in azione - foto da ufficio stampa

Undicesimo successo in undici partite di campionato per l’Atlantide Pallavolo Brescia che vince al tie-break contro Livorno.

Un’interminabile altalena di emozioni e tanta soddisfazione per i mille spettatori che hanno sostenuto la Centrale Sferc McDonald’s dal primo all’ultimo punto, e sono stati tanti al .

Brescia risorge da ogni break subito, non si piega e la spunta al quinto set contro una Fonteviva Livorno da applausi. Il boato liberatorio  sull’ultimo punto siglato da Bisi (il settimo del set dei 31 personali) incornicia l’undicesima vittoria e la riconquista della vetta, complice la sconfitta di Mondovì.

Lo starting six ospite punta su Jovanovic e De Santis; Zonca e Wojcik in banda, Paoli e Maccarone al centro con Pochini libero. Jervolino, con Zambonardi assente per influenza, schiera Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic con Scanferla libero.

Livorno è agguerrita e difende con determinazione, Brescia riesce a infilare il primo break e si porta sul 13-11, ma prima Paoli riaggancia con una ace, poi Maccarone stoppa Milan per il contro break (14-16). Ci pensa Tiberti: sceglie la palla più difficile e la spinge per “Seba” che la mette a terra ristabilendo il vantaggio (19-18); Cisolla blocca Wojcik a muro e ancora Milan guida la cavalcata verso il finale di set con due pipe, coronate da un ace di Bisi (25-22).

Centrali protagonisti in avvio: Mijatovic e Valsecchi piazzano due muri e due attacchi a testa e Milan aiuta con un ace: Montagnani interrompe sul 8-4 e i suoi riescono ad agganciare, complici un paio di imprecisioni bresciane. Il copione si ripete poco dopo: bene Mijatovic al servizio, Bisi ne approfitta per staccare (16-12), ma Fonteviva resta in scia. Grazie a due palle sciupate dai padroni di casa, Livorno agguanta il pareggio e sorpassa con un doppio ace di Jovanovic e con un doppio block (17-21). Brescia accusa il break ma non molla: Bisi alza la voce a muro e arriva sul 22-23, ma è Livorno ad avere la meglio (22-25).
Livorno prende le misure a muro e neutralizza Milan portandosi in vantaggio (7-9). Cisolla e Bisi riportano la parità e Brescia ritrova efficacia: block di Milan e botta di Bisi (17-14), ma non basta, perché Fonteviva è presentissima con Zonca e De Santis e tiene acceso il match (21 pari). Serve la gran classe di Cisolla che va in battuta e tira due missili che portano a un punto dal set, conquistato da Bisi (25-21).

Miscione rileva Maccarone al centro e Loglisci è confermato ancora in campo per Wojcik. La Centrale rincorre 5-9 in avvio di quarto parziale: paga la minor precisione in ricezione e subisce qualche muro, ma non si piega. Tiberti corre a recuperare palloni, Signorelli fa rifiatare Mijatovic e Bisi è il più continuo tra i Tucani, ma il gap resta (12-16) finché anche Livorno ha un piccolo calo (un fallo di posizione e un errore in attacco) e Brescia ne approfitta con un doppio ace di Bisi che rimette tutto in gioco (17 pari). E’ un tira e molla continuo, un finale da infarto. L’errore di De Santis dà il 22-21 a Brescia, ma il muro su
Milan e un fallo fischiato in palleggio a Tiberti ribaltano ancora il set (22-23). Una difesa di Scanferla e la botta di Cisolla aprono la danza dei vantaggi . Si soffre, si gioca e si va al tie break (26-28).

Brescia parte bene ma incespica e torna a rincorrere (4-7); Livorno è lanciata alla meta e sembra più più fredda, ma Bisi e Milan le sbarrano la strada e al cambio di campo i Tucani sono sopra di un punto. Mijatovic, tornato in campo nel tie break, blocca la pipe di Zonca; il muro bianco blu torna in cattedra con Milan e un Bisi guerriero – 7 i suoi punti nel set – si merita il boato del pubblico che fa esplodere il San Filippo sul 15-11 finale.

Brescia resta imbattuta e riconquista la vetta della classifica, approfittando della sconfitta di Mondovì, ultima avversaria del girone nella gara di mercoledì 26 dicembre. Così Paolo Iervolino: “E’stata una partita intensa, contro un’avversaria che ci ha dato del filo da torcere e che ci ha fatto vedere su cosa dobbiamo concentrarci ancora per completare il nostro gioco. Lavoreremo sulla difesa per correggere alcune situazioni viste stasera e arrivare a esprimere al massimo i talenti che ci sono in questa squadra”. Bisi, MVP della partita: “E’ stata davvero una battaglia, ma siamo riusciti a raddrizzare la partita in nostro favore e conta solo questo. Ora ci aspetta Mondovì e credo sarà un altro match di grande livello in un palazzetto caldissimo. La cornice giusta per il giorno di Santo Stefano”.

CENTRALE SFERC McDONALD’S – ACQUA FONTEVIVA APUANA 3-2 (25-22; 22-25; 25-21; 26-28; 15-11)

Brescia: Tiberti 1, Bisi 31, Cisolla 12, Milan 28, Valsecchi 7, Mijatovic 6, Scanferla (L), Signorelli, Candeli, Catellani, Ne Crosatti, Rodella, Tasholli, Bergoli. All. Iervolino

Livorno: Miscione 1, Loglisci 6, Zonca 19, Wojcik 4, Pochini (L), Jovanovic 6, Paoli 11, De Santis 26, , Maccarone 4. Ne: Grieco, Bacci, Minuti, Briglia e Facchini All. Paolo Montagnani.

Muri: Brescia 10, Livorno 15
Ace: Brescia 7, Livorno 5
Battute sbagliate: Brescia 11, Livorno 13
Errori: Brescia 30, Livorno 28

Durata set: 26’,29’,25’,36’,19’. Arbitri: Massimo Piubelli e Marco Laghi

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome