Titolo di Libero sui gay, la bresciana Ristora ritira la pubblicità dal giornale

L'azienda di Montichiari è stata travolta dalle polemiche con decine di telefonate che minacciavano il boicottaggio dei prodotti

1
La sede della Ristora (Prontofoods) di Montichiari, foto da Google Maps
La sede della Ristora (Prontofoods) di Montichiari, foto da Google Maps

C’è un pezzo di Brescia nella polemica che ha investito il quotidiano Libero per il discutibile titolo di prima pagina di ieri, che recitava: “Calano fatturato e Pil / ma aumentano i gay”. La decisione ha raccolto un coro di critiche quasi unanime: il sottosegretario (bresciano) all’Editoria Vito Crimi ha annunciato di voler tagliare i fondi al giornale (“titolo ignobile, valutiamo lo stop ai fondi”), mentre l’ ha segnalato il direttore Pietro Senaldi al consiglio di disciplina.

>

(annuncio pubblicitario)

Ma non si tratta dell’unica conseguenza. Sopra il titolo, infatti, campeggiavano anche le pubblicità dell’azienda Ristora di via Deledda a Montichiari (il gruppo si chiama Prontofoods), che è stata travolta dalle polemiche con decine di telefonate che minacciavano il boicottaggio. E non era nemmeno la prima volta. “Abbiamo ricevuto una valanga di critiche e di insulti – ha detto a Lettera43 un portavoce aziendale – ed è la terza o quarta volta che succede per un titolo di Libero. Ci hanno detto che siamo conniventi, ma noi pianifichiamo e compriamo la pubblicità con programmi trimestrali e non possiamo certo conoscere i titoli in anticipo”.

Da qui l’annuncio di Ristora di ritirare la pubblicità e non comparire più sulle prime pagine del giornale.

 

Il titolo di prima pagina del quotidiano Libero oggetto delle polemiche
Il titolo di prima pagina del quotidiano Libero oggetto delle polemiche

 

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome