“Vattene dall’Italia”, delegato Cgil senegalese aggredito sul bus che lo portava al congresso nazionale

"Tutta la Cgil Brescia - in una nota - manifesta sdegno e rabbia per quanto avvenuto e esprime massima solidarietà a Ibrahima"

0
Ibrahima Niane, segretario Fillea Cgil Brescia
Ibrahima Niane, segretario Fillea Cgil Brescia

“Adesso con il decreto Salvini ve ne dovete andare”. Con queste parole – secondo quanto riferito da una nota della –  Ibrahima Niane (segretario generale
della Fillea Brescia di origine senegalese residente a Rovato) è stato “aggredito verbalmente” da un passeggero mentre si trovava su un autobus pubblico che lo stava portando – con altri rappresentanti della Camera del lavoro bresciana – al Centro fiera di Bari, dove si sta svolgendo il Congresso nazionale della Cgil.

“Un episodio inaccettabile – sottolinea la Cgil – a cui tutta la delegazione presente ha reagito sdegnata. Un episodio che ci tocca in prima persona, ma che purtroppo è solo l’ultimo di una serie di odiosi casi che si stanno verificando nel nostro paese a causa del clima avvelenato, fomentato in modo cinico e irresponsabile in primo luogo da chi dovrebbe invece garantire la sicurezza dei propri cittadini.  Tutta la Cgil Brescia manifesta sdegno e rabbia per quanto avvenuto e esprime massima solidarietà a Ibrahima”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome