Truffa auto usate: compra una Bmw X6 a 3 euro taroccando il bonifico

Il truffatore aveva modificato la distinta di bonifico, aggiungendo semplicemente quattro zeri. Ma per sua sfortuna i carabinieri hanno bloccato l'affare

0
Bmw X6, foto generica dal web
Bmw X6, foto generica dal web
A Visano, nella Bassa bresciana, è andato in scena nei giorni scorsi un nuovo episodio della saga delle sulle auto usate.
A darne conto è l’associazione di consumatori Codacons, che in una nota ricostruisce quanto accaduto: un mantovano avrebbe acquistato una BMW X6 dal valore di circa 30mila euro pagandone solo 3. Come?
Secondo quanto denunciato dalla presunta vittima, il truffatore aveva modificato la distinta di bonifico, aggiungendo semplicemente quattro zeri. Eseguito il passaggio di proprietà, quindi, l’uomo ha subito rinvenduto il mezzo a 14mila. Ma per sua sfortuna i hanno bloccato l’affare, denunciandolo.

I CONSIGLI ANTI-TRUFFA DEL CODACONS

Per evitare truffe è bene tenere a mente le 10 regole anti-truffa del Codacons:

1- L’acquisto da concessionario è più tutelato dell’acquisto da privato: l’acquirente, se persona fisica, quando acquista da concessionario assume la qualifica di “consumatore” e può invocare le tutele previste dal Codice del Consumo. Diversamente si applica il Codice Civile.

2- Contratto: prima di effettuare transazioni è bene sempre redigere un contratto di acquisto in cui dovranno essere indicati gli aspetti più importanti del rapporto: le parti, le somme a titolo di caparra, il prezzo, le tempistiche, l’oggetto dell’acquisto, lo stato del bene acquistato etc..

3- La prova: mai acquistare senza avere prima visionato o, se possibile, provato il veicolo.

4- La verifica dei chilometri effettivi: è possibile verificare i chilometri effettivi tramite la consultazione dei tagliandi effettuati. Talune case automobilistiche offrono la possibilità di verifica dei chilometri tramite “chiave” elettronica.

5- Prezzo: diffidare da prezzi straordinari e/o fuori mercato.

6- Precedenti propietari: è possibile altresì compiere semplici verifiche on-line tramite la targa circa i precedenti proprietari. Più ve ne sono, più sarebbero da effettuare indagini approfondite sul mezzo per scongiurare magagne.

7- Verifiche amministrative: tramite visura al PRA si possono scongiurare fermi o blocchi amministrativi.

8- Informarsi: sulla “serietà” del venditore/acquirente (controllare feedback se possibile), sulle caratteristiche del veicolo che ci interessa, su eventuali difetti di fabbrica segnalati su forum e riviste di settore, sui consumi reali che dovrebbe avere il veicolo, in generale su tutto ciò che ci possa interessare il bene e il suo acquisto.

9- Il pagamento: evitare mezzi e/o canali poco trasparenti. I pagamenti tramite il sistema bancario ordinario garantiscono tracciabilità delle somme, al contrario dei contanti. Aspettate ovviamente l’accredito effettivo prima di fare il passaggio di proprietà.

10- Riparazioni: in caso di vizio del bene venduto da concessionario, il venditore sarà tenuto alla riparazione a proprie spese del vizio, se possibile. Diversamente, in caso di sostituzione del pezzo, non sarà obbligato a fornirci il pezzo nuovo a sue spese, bensì a partecipare in percentuale al costo dello stesso avendo noi acquistato un bene usato e non nuovo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome