Pallanuoto, l’An Brescia supera anche i quarti di finale di Coppa Italia

L'An Brescia commette qualche sbavatura tra il primo e secondo tempo, ma la contesa si chiude, comunque, con un eloquente 14 a 4 (3-2, 3-1, 4-1, 4-0, i parziali) a favore della squadra di Sandro Bovo

0
An Brescia pallanuoto
An Brescia pallanuoto

In archivio senza particolari problemi il quarto di finale della Coppa Italia 2018-2019: a Bari, contro la Lazio Nuoto, l’ commette qualche sbavatura tra il primo e secondo tempo, ma la contesa si chiude, comunque, con un eloquente 14 a 4 (3-2, 3-1, 4-1, 4-0, i parziali) a favore della squadra di Sandro Bovo. Micidiali, in apertura, le calottine bresciane che, nelle prime due azioni, vanno in rete con Muslim (entrambe le volte dai due metri), e poi riallungano con Figlioli, preciso nel chiudere, con tiro al volo dal perimetro, una buona ripartenza. A quel punto, però, è notevole la reazione dei capitolini che, pur senza elementi di rilievo come Maddaluno e Cannella, fanno valere il loro spirito combattivo, approfittando di un lieve rilassamento da parte dell’An, e riaprendo il match subito dopo il primo intervallo. Sul tre pari, Presciutti e compagni si danno una scossa e, da quel momento, la sfida diventa a senso unico: in nove minuti, arriva il decisivo parziale di 5 a 0 (Nora in controfuga, Figlioli su rigore e in superiorità, capitan Presciutti in controfuga condotta in solitudine da uomo in meno, e Muslim in superiorità dal palo), a cui, dopo la rete di Ferrante, fa seguito il 6 a 0 conclusivo. A sottolineare il cambio di marcia bresciano nella seconda metà di gara, il 3 su 3 in superiorità numerica, che arriva a bilanciare il non brillante 1 su 4 dei primi due periodi di gioco.

«È stata una prova in linea con le ultime di campionato – commenta coach Bovo -, c’è stato qualche errore di troppo nella prima metà del match; d’altronde, però, era l’ingresso nel torneo e abbiamo un po’ pagato la tensione dovuta all’importanza dell’evento, ma i danni sono stati davvero limitati, bene così. È anche vero che la Lazio è una buona squadra, con giovani interessanti, ed è scesa in acqua priva di giocatori di peso. Comunque, domani si entra nel vivo della Coppa Italia e daremo tutto per esprimerci al meglio su ogni pallone».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome