Iniziativa in moschea, il volantino è solo in arabo, la destra accusa: non si vogliono integrare

E polemica per il volantino che promuove il 19esimo festival della solidarietà alla moschea di Brescia: Laura Castanga all'attacco

0
Un musulmano in preghiera, foto d'archivio
Un musulmano in preghiera, foto d'archivio

E polemica per il volantino che promuove il 19esimo festival della solidarietà alla moschea di Brescia. Tolto il luogo dell’iniziativa e la data, infatti, l’iniziativa sarebbe stata diffusa con un testo scritto completamente in lingua araba. Circostanza che ha suscitato la reazione dell’esponente della destra , anche se ne siano state diffuse versioni in altre lingue.

“Un’altra dimostrazione della mancata integrazione e della non voluta integrazione da parte del centro islamico di Brescia – dichiara la presidente di Azione Sociale in una nota – è data dalla nuova locandina di sponsorizzazione di una giornata o serata: Dio solo sà cosa c’è scritto, dal momento che è totalmente in arabo! Ma se la locandina è in arabo vorrà dire che tutta la giornata sarà in lingua araba – continua Castagna- Il che vuol dire che chiunque anche italiano di religione islamica non ci possa partecipare. Se una comunità religiosa vuole che anche le persone del luogo ne facciano parte, la cosa semplice è che faccia la locandina in ‘italiano’ o in lingua araba e italiano. Dal momento che c’è questa esclusione dell’italiano – chiosa l’ex candidato sindaco in Loggia, sostenuta nell’occasione anche da Forza Nuova – vuol dire che non vogliono che i contenuti della giornata, nonché la locandina non siano fruibili a tutti. E quindi cosa c’è da nascondere in tutto questo??”.

Il depliant dell'iniziativa in moschea
Il depliant dell’iniziativa in moschea

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome