Scaip, ecco i nuovi vertici: Ducoli confermato presidente

Due i consiglieri nuovi: Paolo Romagnosi di Gardone V.T., presidente della Ong bresciana SVI con cui lo SCAIP condivide la sede e numerosi progetti di cooperazione internazionale, e padre Francesco Ferrari, parroco di Santa Maria della Vittoria di via Cremona

0
Solidarietà
Solidarietà

Lo SCAIP, ong e onlus bresciana fondata nel 1983, ha appena rinnovato la composizione del proprio CDA. Nel ruolo di Presidente del Servizio Collaborazione Assistenza Internazionale Piamartino (da cui l’acronimo SCAIP) è stato riconfermato all’unanimità Ruggero Ducoli, che inizia così il suo terzo mandato in associazione. Riconfermato anche il Vicepresidente padre Benedetto Picca, membro della Congregazione Sacra Famiglia di Nazareth.

Due i consiglieri nuovi: Paolo Romagnosi di Gardone V.T., presidente della Ong bresciana SVI con cui lo SCAIP condivide la sede e numerosi progetti di cooperazione internazionale, e padre Francesco Ferrari, parroco di Santa Maria della Vittoria di via Cremona. “Nel mio terzo mandato desidero trovare soluzioni ancor più efficaci per rafforzare il nostro intervento a favore della cooperazione internazionale e, nonostante le condizioni poco favorevoli, contribuire e favorire la cultura della conoscenza dell’altro, sulla quale poi si costruisce la vera integrazione – dichiara Ducoli -. Sicuramente lavorerò per consolidare ulteriormente la già stretta collaborazione con le ong bresciane Svi e Medicus Mundi; inoltre, continuerà il mio impegno nel rafforzamento dell’associazione NoOneOut, fondata alcuni anni fa da SCAIP, Svi, Medicus Mundi e dal Movimento Lotta alla Fame nel Mondo di Lodi, in crescita per numero e qualità dei progetti gestiti”.

Rimangono dallo scorso mandato i consiglieri Corrado Beiato di Mantova, Carlo Ducoli di Brescia, Domenicangelo Freri di Gardone Riviera, Andrea Gatta di Brescia, Michele Saleri di Brescia e padre Fabio Vinaschi di Brescia. Il collegio dei sindaci è così composto: Egle Alberti di Ghedi, Elisabetta Berto di Brescia e Vittorio Orlandi di Travagliato.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome