Imprese, Omr festeggia i primi cento anni di vita

Esattamente un secolo fa, oggi 28 giugno 2019, il Re d’Italia autorizzò la costituzione della società oggi guidata da Marco Bonometti

0
Marco Bonometti, foto Confindustria
Marco Bonometti, foto Confindustria

Il Gruppo (Officine Meccaniche Rezzatesi) compie cento anni. Esattamente un secolo fa, oggi 28 giugno 2019, il Re d’Italia autorizzò la costituzione della società. Da quel momento i Fratelli Tirini, uno dei quali era il nonno materno di Marco e Franco Bonometti, iniziarono a produrre a Rezzato (BS) macchine per la lavorazione del marmo, passando quindi al meccanotessile e impegnandosi durante la seconda guerra mondiale nella fabbricazione di armamenti militari.

Nel 1950 la società assume la denominazione OMR (Officine Meccaniche Rezzatesi), incominciando uno sviluppo parallelo a quello dell’OM, oggi Iveco, allora il più grande stabilimento della provincia di Brescia, che è stata la culla della meccanica bresciana oltre che la “gestante” di futuri nuovi imprenditori che in OM avevano mosso i primi passi.
Erano le stagioni del boom economico, della motorizzazione di massa, ma anche delle che nascevano con il trapano o il tornio nelle sale da pranzo o in cantina perché non c’erano risorse per affittare locali in cui far nascere l’impresa.

“E’ in quel clima di entusiasmo, idee e grandi energie che OMR decise di sfruttare la propria abilità nelle costruzioni meccaniche –spiega , Presidente del gruppo ed oggi alla guida di Confindustria Lombardia– per orientarsi verso la produzione di componentistica per veicoli industriali, forte anche di un committente importante quale era già allora il gruppo Fiat, oggi FCA”. Erano gli anni del contoterzismo diffuso, noto oggi come out sourcing, che è stato il sistema linfatico dell’economia bresciana delle piccole e medie imprese.

“Negli anni Settanta – racconta Marco Bonometti – iniziammo un percorso di crescita che ha portato la nostra azienda, oggi con un fatturato di oltre 770 milioni e 3600 dipendenti, a diventare gruppo multinazionale nel settore della componentistica per autoveicoli e per altri mezzi di trasporto”.

L’evoluzione è poi continuata e – aggiunge il presidente di OMR Marco Bonometti – “si è passati alla produzione di una vasta gamma di prodotti, caratterizzati da telai in alluminio e “assiemi e sistemi” di componenti per motori e sospensioni di automobili, motocicli, veicoli industriali e macchine movimento terra”.

Oggi OMR è alla terza generazione in azienda dal 1977, ed è presente anche la quarta generazione. E’ sempre stata una società a capitale privato posseduto al 100% dalla famiglia Bonometti. Produce componenti sempre più tecnologici come richiesto dai più grandi gruppi mondiali di produttori auto e veicoli industriali, coniugando innovazione, ricerca, qualità e prestazioni, caratteristiche distintive dal Made in Italy.

Per arrivare a questi risultati OMR ha dovuto internazionalizzarsi e crescere, mantenendo però il quartier generale e la ricerca/sviluppo nella sede principale in Italia. All’estero è presente in India, Cina, Marocco, Stati Uniti, Brasile. In Italia a Rezzato, Pavone del Mella, Modena, Atessa, San Felice sul Panaro, Rovereto, Cazzago San Martino, Tigliole d’Asti, oltre alle partecipazioni in Hpe Coxa ed in Lab-Id.

Anticipando le celebrazioni e gli eventi che si svolgeranno da qui alla fine dell’anno, la Direzione del Gruppo ha voluto ringraziare i collaboratori attraverso una lettera inviata in tutti gli stabilimenti del mondo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome