Traffico di cani dall’Est Europa: coinvolta anche una donna bresciana

I carabinieri hanno così sequestro 56 Chihuahua, scoprendo 150 pedigree falsi, farmaci, materiali di medicazione, libretti veterinari, passaporti e carte intestate

0
Carabinieri - Ph Fotolive Federico Folli
Carabinieri - Ph Fotolive Federico Folli

I di Correggio (Emilia Romagna) hanno scoperto nelle scorse ore un illecito di Chihuahua tra l’Est Europa e l’Italia.

Le indagini andavano avanti da molti mesi e militari, prima di entrare in azione, sono riusciti a ricostruire l’intero traffico. Protagoniste della vicenda due donne – una delle quali bresciana – che con una macchina a noleggio raggiungevano un’area di servizio in autostrada, prendevano i cani, li mettevano in scatole di cartone per poi portarli in Italia e rivenderli. Diversi i centri coinvolti tra l’Emilia Romagna e la Lombardia: Bedizzole, Ponte San Marco di Calcinato, Correggio, Luzzara e Pavullo.

I carabinieri hanno così sequestro 56 Chihuahua, scoprendo 150 pedigree falsi, farmaci, materiali di medicazione, libretti veterinari, passaporti e carte intestate. Le due donne sono state quindi denunciate per detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura, esercizio abusivo della professione e frode nell’esercizio del commercio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome