🔴 Follia in Stazione: straniero incendia bus, poi prende a pugni e morsi gli agenti

Ennesimo caso di violenza ai danni di un Agente della Polizia Ferroviaria di Brescia. A denunciarlo, con una nota, è il sindacato di Polizia Sap

0
Polfer
Polfer

Ennesimo caso di ai danni di un Agente della Ferroviaria di
Brescia. A denunciarlo, con una nota, è il sindacato di Polizia Sap, cheriferisce quanto avvenuto in mattinata nella zona della .

Verso le 7, secondo quanto si apprende, due Agenti della di Brescia sono intervenuti per fermare uno straniero che aveva appiccato un incendio e danneggiato un autobus. Purtroppo l’immigrato si è scagliato contro di loro, colpendoli con pugni e testate, oltre che mordendo un poliziotto alla spalla. Lo straniero, ovviamente, è stato arrestato. Mentre l’agente ne avrà per 15 giorni, nella speranza di non aver contratto malattie infettive.

“Si poteva evitare?”, domanda nella nota il sindacato, “Il SAP, come sostiene da anni, crede
fermamente di si. Se anche la Polizia Ferroviaria fosse dotata di Spray Anti Aggressione o di Taser molto probabilmente l’intervento degli Agenti si sarebbe risolto solo con il mostrare uno di questi strumenti di coercizione e come riportano le statistiche Ministeriali il soggetto avrebbe desistito nel suo comportamento aggressivo ben conscio che tali strumento potevano essere utilizzati contro di lui”. “Il SAP – continua la nota – esprimendo ancora una volta solidarietà ai colleghi aggrediti, auspica che chi usa violenza venga fermato e messo nelle condizioni di non nuocere ad alcuno, per questo motivo chiediamo ancora una volta che tutti i dipendenti che svolgono servizio per garantire la sicurezza pubblica vengano dotati dei mezzi necessari a garantire la loro incolumità ed in particolare riteniamo che
sia giunto il momento di dotare immediatamente il personale della Polizia Ferroviaria di Brescia di tali mezzi senza ulteriori esitazioni o periodi di valutazione/prova”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome