Pd: la sconfitta di Peli

    0

    A spoglio ormai ultimato Diego Peli ha atteso sotto il Broletto l’avversario-vincitore Daniele Molgora per stringergli la mano. Sconfitto con poche attenuanti, Peli ha ottenuto con la sua coalizione il 22.5%, ben al di sotto della metà rispetto alla coalizione di centro-destra. Se mai si dovessero cercare, le attenuanti, sono rappresentate da una campagna elettorale partita troppo tardi secondo Peli, da un distaccamento ulteriore dalla gente raggiunta più facilmente dagli esponenti del Carroccio, da una situazione politica nazionale disastrata.
    Peli vede anche elementi positivi nella sconfitta e si dichiara comunque pronto a fare un’opposizione forte ma costruttiva, a partire dall’assestamento del bilancio e dal rilancio dell’economia bresciana.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    1 COMMENT

    1. La verità come disse qualcuno ha un linguaggio molto semplice. Ovvero, in campagna elettorale è inutile contare balle solo per dar contro ad altri candidati, finiamola! Poi alla fine si fa gli sportivi e si stringe la mano al vincitore…! Sono comportamenti infantili e non degni!
      Questo ha fatto Peli e il risultato si è visto.
      Un saluto.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome