Nuovi orari, vecchie polemiche

    0

    Da ieri è entrato in vigore il nuovo orario estivo dei treni ed è di nuovo polemica. La Regione Lombardia rifiuta di firmare il contratto di servizio con Trenitalia. Vuole cercare infatti soluzioni più efficaci e convenienti per i passeggeri. Pendolari in primis. Sono loro infatti i più penalizzati dai nuovi orari e in particolare dalla perdita dei collegamenti diretti Brescia-Bergamo-Milano. Non secondo l’onorevole Davide Caparini (LN) che sottolinea che negli orari a valenza pendolare, sono previste coincidenze da Bergamo per il capoluogo lombardo entro 7 minuti. Secondo l’assessore regionale alle Infrastrutture Raffale Cattaneo inoltre, le modifiche all’orario estivo sono minime. Altro punto caldo riguarda l’integrazione tariffaria e in particolare l’introduzione della cosiddetta Crt Plus (che permetterebbe ai pendolari di usufruire degli intercity). Le aziende di trasporto chiedono tempo, la Regione non ci sta e annuncia la possibilità di procedere con un atto normativo se non si saprà trovare un’intesa a breve.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome