Nella roggia il corpo di Boffini

    0

    E’ finita, nel peggiore dei modi, la vicenda della sparizione di Giampiero Boffini, agricoltore quarantanovenne di Pontevico scomparso da casa una settimana fa.
    Le speranze di ritrovarlo in vita erano davvero poche e sono evaporate del tutto intorno alle 11.30 di ieri mattina quando un passante ha scorto il corpo senza vita di un uomo all’interno di una roggia a Gauzzi, frazione di Pontevico. Il cadavere è stato ritovato a circa 3 chilometri dall’abitazione di Boffini, trascinato dalla corrente fino a un’ansa dove è rimasto incagliato.
    Dopo il recupero del corpo la salma è stata trasportata alla sala mortuaria dell’ospedale di Manerbio, dove dopo il riconoscimento da parte di un nipote dell’uomo (che ha visto l’orologio al polso dello zio, ormai irriconoscibile vista la settimana di permanenza in acqua) verrà eseguita l’autopsia per stabilire la causa della morte.
    a.c.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome