Lieto fine sempre più lontano

    0

    Ieri si è tenuto un nuovo incontro,  presso il ministero dello Sviluppo economico a Roma,  tra i rappresentanti dell’Ideal Stantard e le forze sindacali. Un incontro difficile durante il quale la proprietà ha confermato la volontà di cessare l’attività a Brescia e Gozzano (NO) ma il sottosegretario Stefano Saglia non ci sta e rilancia. Proponendo il ricorso al contratto di solidarietà per tutti i dipendenti dell’azienda, compresi i 119 di Brescia.  Ideal Standard non dice no alla proposta ma sottolinea l’impossibilità di allargare questa soluzione anche ai dipendenti degli stabilimenti per cui è prevista la chiusura definitiva. E tra questi ci sarebbe appunto quello bresciano. In ogni caso, in attesa di un nuovo incontro, fissato per il 13 ottobre prossimo, domani verrà richiesto una proroga della Cig e quindi uno slittamento della Cigs. Intanto i giorni passano e la situazione per i dipendenti bresciani – che hanno deciso di proseguiere nell’occupazione della fabbrica –  resta quanto mai incerta.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome