19enne romena sfugge all\’aguzzino

    0

    Come tante connazionali, giovani ragazze carine provenienti dai paese dell\’est, era stata attirata in Italia con la promessa di un lavoro regolare, nel suo caso come cameriera. Ben presto però il destino di questa sfortunata ragazza le si è rivelato per quello che era: ballerina in alcuni night club della provincia.
    Arrivata a Brescia lo scorso agosto, senza sapere una parola di italiano, le sono stati requisiti i documenti. Costretta a vivere in una casa di Calcinato e obbligata a lavorare nei locali notturni, in alcuni frangenti sarebbe stata oggetto di violenza sessuale da parte del suo connazionale che l\’ha portata in Italia, un ragazzo di 24 anni pregiudicato. Dopo l\’ennesimo episodio di violenza subito la romena è riuscita a recarsi presso un ospedale, dove ha ricevuto cure senza però denunciare il suo aguzzino. Due settimane dopo, trovato il coraggio necessario, la giovane si è recata in città, a casa di amici, e poi ha finalmente trovato il coraggio di raccontare ai militari ciò che le è successo. Già in carcere il ventiquattrenne aguzzino.
    Au.Bi.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome