Al Palabrescia va in scena il processo a Cavour

0

Processo a Cavour. E’ quello che accadrà domani, giovedì 7 Aprile, alle ore 21, quando l’ex magistrato Gherardo Colombo vestirà i panni di attore nel ruolo di PM impegnato a processare uno degli artefici dell’Unità d’Italia. Processo a Cavour è uno spettacolo teatrale di Corrado Augias e Giorgio Ruffolo per la prima volta al PalaBrescia per celebrare il 150esimo anniversario dell’Unita’ d’Italia.

Il conte Camillo Benso di Cavour (interpretato da Ruggero Cara) è messo alla sbarra per aver, con colpevole leggerezza, favorito, o quanto meno non impedito, l’unificazione di un paese che non possedeva i requisiti politici, etnici, culturali per affrontare responsabilmente un tale profonda modificazione. Colpevole di aver scritto in una lettera a Rattazzi “L’unità d’Italia? una corbelleria: ma ogni tanto la storia fa delle corbellerie”. Secondo qualcuno il Risorgimento fu addirittura il suo soliloquio. Ma è così? L’accusa concentrerà quindi la sua requisitoria su tre punti portanti e importanti anche per la collocazione geografica nonché per i momenti in cui i fatti contestati si svolsero.

In scena tre attori, due uomini e una giovane donna: l’accusa, Cavour che si difenderà da solo e l’Italia (interpretata e impersonata da Martina Galletta).

Uno spettacolo insolito, imperdibile, con il ritmo incalzante della requisitoria; una rappresentazione che si conclude inevitabilmente con la sospensione del giudizio e proprio in questo centra il suo obiettivo. Quello di non voler offrire risposte, quanto piuttosto suggerire domande, sollevare interrogativi, stimolare una riflessione critica su uno dei temi più caldi del dibattito politico di questo periodo.

 

Posti disponibili in tutti i settori.

I prezzi dei biglietti in prevendita:

Poltronissima gold – intero € 33

Poltronissima – intero € 28

Terzo settore – intero € 18

Informazioni: tel. 030.34.88.88 / e.mail [email protected]

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome