I vigili recitano in dialetto contro le truffe agli anziani

0
BRESCIA - Vigili / Polizia locale - diritti Andrea Tortelli www.bsnews.it

L’Amministrazione comunale di Brescia continua la propria campagna informativa per prevenire le truffe agli anziani. Nell’ambito del progetto “Attenti al gatto e alla volpe”, ideato e realizzato dal settore Sicurezza urbana in collaborazione con la Polizia Locale, verrà messa in scena nei teatri di tutte le circoscrizioni cittadine la commedia dialettale “G’ho ‘ncontràt la vólp e ‘l gat”, interpretata da agenti e ufficiali della Polizia Locale di Brescia. La rappresentazione teatrale è stata appositamente scritta da Maria Filippini, stimata autrice di commedie dialettali bresciane, che ha collaborato con il settore Sicurezza urbana per rendere più realistica la messa in scena delle possibili modalità di approccio dei truffatori.

 

Le date degli spettacoli sono:

 

    • Circoscrizione NORD: Sabato 16 aprile – ore 20.45 Teatro Parrocchia CRISTO RE, Via F. Filzi,5

       

 

    • Circoscrizione EST: Giovedì 28 aprile – ore 16.00 Teatro Caravella S. Polo – Via S. Polo, 243

       

 

    • Circoscrizione SUD: Sabato 30 aprile – ore 20.45 Teatro di Chiesanuova – Via Livorno, 7

       

 

    • Circoscrizione CENTRO: Giovedì 5 maggio – ore 16.00 Teatro Pavanelli in S. Afra – V.lo dell’Ortaglia, 6

       

 

    • Circoscrizione OVEST Domenica 8 maggio – ore 16.00 Teatro Parrocchia Villaggio Violino – Traversa VIII^, 2

       

 

 

Gli ingressi sono liberi e gratuiti

 

“Continuiamo in questa lotta contro l’odioso reato delle truffe agli anziani – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – attraverso una campagna informativa che si concretizza anche con queste rappresentazioni teatrali che mettono in scena tutte le tattiche utilizzate dai truffatori. La commedia sarà in dialetto non solo perché intendiamo valorizzare la nostra lingua locale, ma anche perché sappiamo che il dialetto spesso viene usato dalle persone anziane più dell’italiano. Sottolineo come a recitare siano gli agenti della Polizia Locale, che in questo percorso sono entrati a contatto con le paure e le difficoltà delle persone anziane e che quindi hanno deciso di essere i protagonisti della parte informativa e non solo dell’azione repressiva. Stiamo facendo un lavoro importante, che non era mai stato fatto prima, per prevenire questi odiosi reati che colpiscono l’anziano soprattutto dal punto di vista psicologico. Nei giorni scorsi ho scritto personalmente al Presidente della Camera, Gianfranco Fini, e ai parlamentari bresciani, affinché venga calendarizzata e approvata nel minor tempo possibile la proposta di Legge dell’onorevole Caparini sull’inasprimento delle pene nei confronti di chi commette truffe ai danni degli anziani”.

 

“La nostra campagna informativa – prosegue Rolfi – ha avuto l’importante effetto di far emergere una buona parte di sommerso: le denunce infatti sono aumentate non perché aumentano i reati, ma perchè gli anziani sono più coscienti di ciò che accade. Anche queste cinque rappresentazioni teatrali vanno in questa direzione, vogliono offrire un’occasione per uscire di casa e divertirsi, apprendendo contemporaneamente i comportamenti da assumere per evitare situazioni spiacevoli”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Il teatro dialettale è un pezzo di storia per molti di noi e per la nostra città, me compreso che faccio commedie dialettali da quando avevo 13 anni…. la politica non c’entra niente!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome