Ad aprile l’inflazione cresce ancora: colpa di trasporti e bollette

0

Settimo mese consecutivo di crescita dell’inflazione su Brescia. Nel mese di aprile si raggiungono livelli di variazioni congiunturali registrati a luglio 2008 e livelli di variazioni tendenziali registrati a dicembre 2008 (quanto iniziava la crisi economica). Rispetto al mese scorso l’inflazione è cresciuta del +0,6% e questo per effetto dell’incremento di alcuni capitoli quali: Trasporti (aumenti per tariffe aeree, trasporti ferroviari nazionali, trasporti extraurbani su bus e prezzi di gasolio e benzine), Abitazione Acqua Energia Elettrica e Combustibili (tariffe di energia elettrica in aumento del +3,9%, gas in aumento del +1,9% ed affitti), Abbigliamento e Calzature (aumenti nel comparto abbigliamento bambini e abbigliamento intimo uomo-donna, cali nel comparto calzature), Ricreazione Spettacolo e Cultura (aumenti di prezzo per giochi elettronici, cd, ingressi a parchi, quotidiani e pacchetti vacanza, calo di prezzi per PC, macchine fotografiche digitali e relative stampe, dvd e fiori), Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche (comparto con elevata crescita congiunturale da sette mesi e che per aprile mostra numerose variazioni di prezzo consistenti per i prodotti ortofrutticoli, per carni -in particolare ovine e caprine-, prodotti ittici e caseari, latte -fresco e a lunga conservazione-, caffè, oli, pane e pasta). Anche se in forma meno accentuata rispetto ai capitoli appena citati, l’ aumento congiunturale riguarda anche i capitoli Bevande Alcoliche e Tabacchi, Altri Beni e Servizi, Mobili Articoli e Servizi per la Casa e Servizi Sanitari e Spese per la Salute. L’unica variazione congiunturale negativa del mese si registra nel capitolo Comunicazioni (in particolare sono in calo i prodotti di telefonia mobile). Nessuna variazione congiunturale per i capitoli Istruzione e Servizi Ricettivi e Ristorazione. Il tasso tendenziale è del +2,5%. Permangono segnali di trend inflativi (in maniera ininterrotta da dicembre 2009).

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ho letto l’articolo a fianco sulla metro. Mi domando: in tempi di disoccupazione e inflazione che torna a crescere non sarebbe più intelligente concentrare le risorse sul fronte sociale?

  2. vi ricordate quando berlusconi prometteva che tutti saremmo stati meglio? e molti lo hanno votato e ancora lo voterebbero (sempre meno). poveri illusi…. lui però nel frattempo si è arricchito lo stesso, nonostante la crisi.

  3. perche se c’era bersani,sarebbe stata un altra musica?siamo seri per favoro……..concordo con e.r.,i soldi del metrobus sono un pochettino buttati al vento

  4. sig. bresciano non si ricorda lei i governi di centro sinistra cosa hanno fatto? tolto la scala mobile ,il6%sui conti correnti,e hanno voluto l’euro a tutti i costi così siamo finiti nellla m…………non berlusconi……pensate gente….

  5. il taglio alla scala mobile lo ha fatto craxi, amico di berlusconi, e contrastato dall’allora PCI che aveva promosso un referemdun abrogativo (la destra a votato per mantenere il taglio della scala mobile ed ha vinto). anche il tagli del 6 per mille sui conti correnti è stato fatto dal governo craxi. indubbio cmq che le cose con il governo destra/lega non sono mai andate così male: da quando governano loro l’italia non è più cresciuta.

  6. sig. breciano ma craxi forse non era socialista?è on.damato di che partito era? ERANO TUTTI DI SINISTRA….mi dica se sbaglio….il governo che ha voluto l’euro non era di centro sinistra….è cosa mi dice che è colpa della destra sè andiamo male…..il governo prima di questo era di sinistra è ha combinato solo delle gran C…………saluti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome