Collio e Pezzaze nel mirino del giudice: il trasporto dei disabili a scuola è un obbligo

    0

    Non un servizio facoltativo, erogabile a piacimento, o in base alle disponibilità finanziarie dell’ente, ma un dovere nei confronti dei propri cittadini. Il Tar di Brescia con una sentenza emessa qualche giorno fa ha stabilito che i comuni di Collio e Pezzaze sono obbligati a garantire per tre loro giovani cittadini disabili il trasporto da casa fino a scuola, e in più l’assistenza tramite insegnante di sostegno. Ne da conto Bresciaoggi in edicola stamane.

    A scatenare l’indignazione delle tre famiglie direttamente coinvolte è stata, alcuni mesi fa, durante l’anno scolastico, la decisione dei due comuni valtriumplini di sospendere i servizi per i disabili. La motivazione? Sempre quella, la penuria di risorse, la difficoltà a far quadrare il bilancio dell’ente. Motivazioni importanti e veritiere, soprattutto, ma che di fronte al diritto di frequentare la scuola per i tre disabili appaiono sterili. 

    Le tre famiglie coinvolte su consiglio dell’Anffas hanno chiesto l’intervento del tribunale amministrativo, che nei giorni scorsi ha dato loro ragione, obbligando i comuni a risarcire i genitori per i viaggi effettuati in assenza del pulmino e a ripristinare l’assistente ad personam. Ma non solo: il Tar ha stabilito che i comuni devono solo organizzare il trasporto degli studenti, i cui costi spettano alla provincia. Un precedente che aprirà una nuova via per i comuni in difficoltà ad erogare i servizidi trasporto ai propri disabili?
    a.c.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome