Tour nel bresciano per il vice presidente della Regione Andrea Gibelli

0

‘Assessorato itinerante’ numero 47 quello di ieri per il Vice Presidente e assessore all’Industria e all’Artigianato della Regione Lombardia Andrea Gibelli. L’iniziativa ha fatto tappa nel Bresciano, partendo dalla Pedersoli Armi di Gardone Val Trompia per proseguire poi alla Molemab di Ome. Il Gruppo è uno dei pochi fornitori capaci di progettare, produrre e commercializzare, a livello mondiale, una gamma completa di prodotti abrasivi, quali abrasivi flessibili, dischi da taglio e da sbavo, mole tradizionali e mole diamantate e CBN. Nato alla fine degli anni ’60 con la creazione della filiale produttiva nel continente americano, il Gruppo conta oggi più di 250 dipendenti in una decina di realtà e ha clienti in più di cento nazioni diverse.

 

 

"Il settore delle armi in provincia di Brescia, in particolar modo nella Valtrompia, è la dimostrazione, ancora una volta, di quanto il ‘Made in Italy by Lombardia’ rappresenti un elemento apprezzato sui mercati internazionali".

Lo ha detto Andrea Gibelli, Vice Presidente e assessore all’Industria e Artigianato della Regione Lombardia, aprendo la 47a tappa di ‘Assessorato itinerante’ alla Pedersoli Armi di Gardone Val Trompia, in provincia di Brescia. "Questa azienda – ha proseguito il vice presidente di Regione Lombardia – è riuscita a costruire una sua forte identità anche sul piano internazionale, sebbene sia un’impresa familiare; un’identità che risulta essere così particolarmente apprezzata". "Qui si nota – ha poi concluso l’assessore – tanta passione e tanta manualità. C’è un’esemplare valorizzazione del capitale umano, che rende ogni pezzo unico".  

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome