Pgt, Paroli soddisfatto. E sulla Cattolica: un errore buttarla in politica

0

“Non posso che esprimere soddisfazione per questo risultato, che senza dubbio è uno dei più importanti della legislatura”. Così il sindaco di Brescia Adriano Paroli ha commentato l’approvazione del Pgt da parte del . “Questo”, ha commentato, “è un piano verde, con un consumo di suolo pari quasi a zero. Inoltre dà risposte a questioni che da tempo non venivano affrontate: la città non aveva nessuna destinazione per il campus, il carcere (e non siamo entrati nella programmazione nazionale e regionale a causa di questo), lo e le aree sportive di quartiere. Oltretutto saremo l’unico capoluogo di italiano che è riuscito a restare entro i termini stabiliti dalla legge: devo dare atto alla maggioranza della prova di maturità che ha dato, ma anche all’opposizione del senso di responsabilità dimostrato”. Quindi il sindaco ha concentrato la sua attenzione sulla questione dell’ampliamento dell’università Cattolica a Mompiano. “E’ stato un errore buttarla in politica”, ha commentato, “l’amministrazione è disponibile ad ampliare la presenza della Cattolica in città, ma al tempo stesso crede che non sia sbagliato pensare che l’università possa guardare al centro storico per il suo sviluppo. Siamo disposti a valutare tutte le soluzioni”, ha continuato, “ma ci piacerebbe valutare anche altre soluzioni rispetto all’unica che ci è stata prospettata”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Approvare un documento come il PGT è stata la dimostrazione di una capacità amministrativa e politica da parte del centro destra. La stessa capacità che si dimostra nelle parole del Sindaco per quanto riguarda l’ampiamento della Cattolica, dove si cerca un dialogo anche con le associazioni che per ora sono ancora sileziose, al fine di trovare la soluzione migliore per la città

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome