Coldiretti lancia l’allarme siccità. Nel 2012 triplicati gli incendi, in Lombardia mais a rischio

0

Nonostante le nevicate, i primi tre mesi dell’anno hanno visto una siccita’ record, che ha portato a triplicare gli . Lo afferma Coldiretti, che sottolinea come le precipitazioni invernali sono piu’ che dimezzate al nord e ridotte dal 25 al 50 per cento nel centro Italia ed in Sardegna.
A soffrire, spiega l’associazione, sono praticamente tutte le regioni del nord: ”In Friuli Venezia Giulia gli invasi sono gia’ in grave sofferenza – informa Coldiretti – e’ allarme anche in Veneto dove non si vede neanche una goccia di pioggia e si teme per il grano, il radicchio, l’orzo e le colture in campo che con il rialzo precoce delle temperature hanno bisogno d’acqua”. Problemi sono segnalati anche in , con seri danni alla germinazione delle piante, e soprattutto del mais. In Emilia Romagna il primaverile sta esasperando i problemi delle scarse precipitazioni dell’autunno scorso, e sono a rischio sia i cereali che gli ortaggi: ”Secondo i dati tecnici – sottolinea il raccolto – i prelievi di acqua per l’irrigazione in Emilia Romagna risultano gia di un valore triplo rispetto alla media degli ultimi 5 anni”. Le colture stanno soffrendo anche in Piemonte, Sardegna, Liguria, Umbria e Toscana: ”In sostanza per la Toscana la siccita’ e le temperature decisamente fuori stagione avranno – afferma Coldiretti – un drastico effetto sulla resa ad ettaro con un abbattimento del 50 per cento della produzione e potrebbe costare, in termini di produzione, oltre 2 milioni di quintali di grano per un valore tra 50 e 60 milioni di euro”. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome