Capra in caso di conferma della sentenza potrebbe dare il 50% in beneficenza

0

(a.c.) Fin dal 2009, quando cioè Renzo Capra venne rimosso dalla carica di presidente del Consiglio di Sorveglianza di A2A, ha dichiarato che in caso di successo nella causa contro chi lo sostituì avrebbe destinato metà della somma ad opere di beneficienza. Manterrà fede al proposito?

Presto per dirlo, anche perché la vicenda processuale presso il Tribunale di Brescia, sezione commerciale (giudice Gianni Sabbadini) potrebbe andare avanti negli altri gradi di giudizio. E proprio la non ancora conclusa vicenda giudiziaria congela le opinioni dei capigruppo di maggioranza in Loggia, Andrea Bonetti (Udc), Achille Farina (Pdl) e Nicola Gallizioli (Lega). "No comment", invece, dal sindaco Adriano Paroli, colui che assieme a Letizia Moratti, allora sindaco di Milano, firmò la revoca di Renzo Capra.

Leggi la notizia del 13 dicembre: clicca qui.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome