Bontempi: “Dalla Provincia un sostegno al reddito per disoccupati e cassa integrati”

0

“Uno strumento per supportare concretamente chi ha perso il lavoro o si trova comunque in una situazioni di difficoltà”. Con queste parole l’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive della  Provincia di Brescia Giorgio Bontempi ha presentato oggi l’iniziativa “Lavoro accessorio 2013”, rientrante nell’ambito degli “Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia” e rivolta a tutti i comuni bresciani. “Si tratta – ha spiegato Bontempi – di un programma che prevede il ricorso ai buoni lavoro, come strumento di integrazione del reddito per i percettori di prestazioni integrative del salario, e come mezzo di sostegno al reddito per i prestatori senza alcuna indennità. L’intervento è rivolto a tutti i Comuni bresciani che intendono ricorrere al lavoro accessorio utilizzando i buoni lavoro a supporto dei propri cittadini”.

Nello specifico, i Comuni aderenti all’iniziativa possono avvalersi dell’attività lavorativa di persone disoccupate (con o senza indennità), inoccupate, iscritte alle liste di mobilità (indennizzata e non indennizzata) di percettori di integrazione salariale (cassa integrazione guadagni in deroga, cassa integrazione guadagni ordinaria, cassa integrazione guadagni straordinaria, gestione speciale edilizia e gestione speciale agricoli).

Per ogni prestatore è previsto un buono lavoro di 300 euro lordi a fronte di 30 ore di attività prestata presso il Comune di residenza e ciascun prestatore al massimo può usufruire di 4 buoni lavoro. Il Comune deve acquistare i buoni direttamente dall’INPS e deve effettuare la comunicazione preventiva verso l’INAIL. “A conclusione delle attività e a rendicontazione avvenuta –  ha sottolineato Bontempi – la Provincia rimborserà ai Comuni una quota della somma spesa per l’acquisto dei voucher, il cui valore sarà determinato, in base al numero dei Comuni aderenti al progetto e alla loro classe dimensionale di appartenenza, per numero di abitanti”. I Comuni possono presentare la domanda di partecipazione, compilando il modulo predisposto e inviandolo a mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo mail [email protected] , entro il termine perentorio del 29 marzo 2013. Raccolte le richieste di partecipazione, la Provincia di Brescia pubblicherà sul proprio sito l’elenco dei Comuni aderenti e la tabella indicante il valore della quota massima rimborsabile a ciascun commitente.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome