Caso Caffaro, Paroli: “La vicenda non deve diventare tema da campagna elettorale”

0

Il sindaco Paroli interviene sulla vicenda Caffaro: non accetta che diventi il tema della campagna elettorale  e accusa la trasmissione Presa Diretta di non aver mandato in onda le interviste fatte agli assessori l’ex Ettore Brunelli e l’attuale Paola Vilardi: "li hanno cancellati per enfatizzare problemi gravi, per la città e per la provincia, sui quali lavorare con serietà. Occorre essere seri, tutti, non cercare lo scontro o la visibilità a tutti i costi, forzando con affermazioni slegate dalla realtà", dice al Bresciaoggi. Inoltre difende l’ex sindaco Corsini: "Ha fatto degli errori, ma non era facile. Lo sbaglio più grosso, probabilmente, è stato insistere per il riconoscimento nazionale. Era meglio agire in proprio". L’Amministrazione comunale di Brescia ritiene opportuno fare il punto della situazione in merito alla questione ambientale nella zona Caffaro: l’incontro, al quale parteciperanno anche i rappresentanti di Arpa e Asl, oltre all’assessore  Paola Vilardi, si terrà oggi in Loggia. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Il caso Caffaro " deve diventare tema da campagna elettorale " dove per anni sia la destra che la sinistra hanno fatto gli inciucci e le conseguenze sono e saranno pagate dai bresciani, vergognatevi, ma a voi politici quasi tutti interessa la sedia e il portafoglio pieno dei soldi che la cittadinanza paga.

  2. E’ vero: la vicenda non deve diventare tema da campagna elettorale perchè lui l’ha già usata nel programma con cui è stato eletto nel 2008 che al punto "7. AMBIENTE: DIFENDERE LA SALUTE DEI CITTADINI" fra le altre promesse recita:
    "Compl eteremo le bonifiche dei terreni inquinati da pcb.
    Monitoraggio dell’inquinamento del suolo cittadino"
    Pro messe non mantenute naturalmente!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome