Secondo incontro dedicato a Giancarlo Pontiggia

0

Sabato 13 aprile alle ore 18 SpazioAref ospita il secondo incontro di fareSpazio alla poesia, ciclo di appuntamenti con la poesia e i suoi autori curato da Massimo Migliorati.

Ospite dell’Aref è il poeta e critico letterario Giancarlo Pontiggia, la cui poesia attinge ai classici, ripresi con sensibilità contemporanea, tentando di contrapporsi all’impostazione tipicamente romantica della voce poetica che ha generato la deriva decadente e l’abbassamento del dettato poetico. Se la natura, per tanti che praticano la poesia nella modernità, ha cessato di essere il luogo privilegiato dove l’anima incontra il paesaggio e i valori, per Pontiggia essa conserva ancora una sua decisiva presenza, resistendo a talune lassitudini linguistiche.

“Io credo che ogni poeta abbia un suo luogo assoluto, dotato di una sua inviolabile forza mitica. È come un sentimento, una visione, qualcosa che porta in sé una promessa di bellezza e di verità, e in cui si compendia un’energia generativa di cui noi stessi non sappiamo a volte spiegare l’origine. Quasi una fonte perpetua del sentire e dell’essere, che naturalmente deve poi tradursi in una forma e in una luce, per farsi poesia.”

Giancarlo Pontiggia (Seregno, 1952) ha pubblicato due raccolte poetiche (Con parole remote, Guanda 1998; Bosco del tempo, Guanda 2005), tre volumi di saggi (Contro il Romanticismo. Esercizi di resistenza e di passione, Medusa 2002; Selve letterarie, Moretti & Vitali 2006; Lo stadio di Nemea. Discorsi sulla poesia, Moretti & Vitali 2013) e un testo teatrale (Stazioni, Nuova Editrice Magenta 2010). Traduce dal francese (Sade, Céline, Mallarmé, Valéry, Supervielle, Bonnefoy) e dalle lingue classiche (Pindaro, Sallustio, Rutilio Namaziano, Disticha Catonis). È redattore di varie riviste, fra le quali «Poesia», e critico letterario per il quotidiano nazionale «Avvenire». Vive a Milano.

L’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili; è consigliata la prenotazione. Alle ore 18 il posto dei prenotati non pervenuti verrà ceduto alle persone in lista d’attesa. È possibile riservare i posti inviando una email a [email protected] o telefonando al numero 030.3752369 (è possibile lasciare un messaggio in segreteria telefonica). È necessario precisare il proprio nome, quanti posti si intendono prenotare e lasciare anche un recapito telefonico per eventuali comunicazioni da parte dell’organizzazione.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome