Fondazione Mille Miglia? Paroli e Del Bono dicono sì

6

La Fondazione Mille Miglia? La proposta di una fondazione che acquisisca e tuteli il marchio della Freccia Rossa piace ad entrambi i contendenti che domenica e lunedì si confronteranno per la poltrona di primo cittadino di Brescia. Bsnews.it li ha sentiti telefonicamente.

“La proposta l’ho lanciata io stesso quattro anni fa”, spiega il sindaco uscente Adriano Paroli (Pdl), “l’obiettivo deve essere quello di mettere in sicurezza un simbolo importante della brescianità in maniera definitiva, evitando ad esempio che finisca a Roma. E’ chiaro”, continua, “che il marchio è di proprietà dell’Aci Brescia e questa ha il diritto di nominare la maggioranza dei membri della nuova fondazione e di disporre degli eventuali proventi. Ma è importante che nel nuovo contenitore vengano coinvolte anche altre realtà, a partire dalla Camera di commercio”.

Sulla stessa linea anche lo sfidante Emilio Del Bono (Pd). “E’ una proposta su cui bisogna ragionare, e lavorare, seriamente”, spiega l’esponente del Partito democratico, “chiaramente prima è necessario comprendere bene gli aspetti tecnici della questione, ma l’obiettivo di tutelare un logo che è patrimonio importante della città è condivisibile. In questo modo”, conclude, “Brescia si metterebbe al riparo dal rischio di venire depauperata. Tanto più”, precisa, “se si riuscissero a coinvolgere tutti i soggetti del territorio”.

LEGGI LE LETTERE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SULL’ARGOMENTO E LA REPLICA DEL DIRETTORE GIORGIO COSTA 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

6 Commenti

  1. in campagna elettorale si dicono tante cose che durante il mandato non vengono confermate…questa sarà una di quelle, scommetete?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome