Donna tenta il suicidio, ma un agente bresciano fuori servizio la salva

0

Alle ore 12.30 circa di domenica, l’Assistente Capo della Polizia di Stato in forza alla Questura di Brescia, libero dal servizio, unitamente a personale della Squadra Volante del Commissariato di Taurisano, ha salvato una donna  cinquantenne del luogo che stava tentando di suicidarsi buttandosi dal cavalcavia sulla SS. 274. La donna è riuscita ad oltrepassare la rete metallica posta a protezione degli automobilisti, aggrappandosi alla recinzione e pronta a gettarsi sull’asfalto da un altezza di circa 10 metri.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo, è stato un poliziotto originario del posto ma in servizio presso all’U.P.G.S.P della Questura di Brescia. L’agente si è armato di coraggio, ha allertato il 113 ed è salito sul cavalcavia per cercare di far desistere la donna.  In pochi minuti sul posto sono giunti i colleghi del Commissariato di Taurisano che hanno immediatamente bloccato la donna. Il poliziotto bresciano, nel frattempo, è riuscito ad oltrepassare la barriera e a raggiungere la donna, mentre il traffico sulla statale veniva bloccato. Sono stati attimi molto concitati: la donna, infatti, stentava a tranquillizzarsi. Anzi, era sempre più convinta di voler compiere l’estremo gesto. Per tirarla fuori dal pericolo è stato necessario rimuovere la rete metallica: solo cosi i poliziotti sono riusciti a riportarla sulla carreggiata insieme all’agente che, non senza difficoltà la teneva bloccata. La donna, affetta da uno stato depressivo, è stata accompagnata presso l’Ospedale di Casarano, fortunatamente, grazie al pronto intervento dei poliziotti, non ha riportato alcuna ferita

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome