Pallanuoto, An Brescia pronta alla sfida contro i Canottieri di Napoli

0

L’An Brescia riparte da Napoli: mercoledì, alle 19.30, i ragazzi di Sandro Bovo saranno alla piscina Scandone, ospiti della Canottieri, per la diciassettesima giornata della serie A1. Dopo il fine settimana dedicato al turno d’andata dei play-off per le qualificazioni ai prossimi europei di Budapest – a Montpellier, la Francia di Michael Bodegas ha battuto agevolmente Malta (20 a 8), così come, a Dnipro, la Spagna di Willy Molina ha avuto pochi problemi a sconfiggere (5 a 17) l’Ucraina -, per le calottine bresciane un’insidiosa trasferta che fa da preludio allo scontro di sabato, a Kragujevac, con il Radnicki, per la prima di ritorno della fase preliminare di Champions League. Forte di un gruppo giovane, ricco di entusiasmo e voglia di emergere (il portiere Gabriele Vassallo e il talentuoso Alessandro Velotto, sono già nel giro della nazionale maggiore), arricchito da un bomber di razza come il nazionale montenegrino, Darko Brguljan, capocannoniere del torneo con 51 centri, e dal centroboa Fabio Baraldi (pure lui nel giro del Settebello), la Canottieri è senz’altro un avversario da affrontare con la massima attenzione; è vero che, dopo l’exploit iniziale (quattro vittorie consecutive nell’avvio di stagione), da tempo, i giallorossi napoletani non sono più una sorpresa, ma è anche vero che la Scandone rappresenta sempre un campo difficile da violare. In ogni caso, da neopromosso, con 25 punti, il team del Molosiglio è sesto in classifica, ovvero, in tranquilla posizione da play-off, ben lontano dalla zona pericolosa.

«Con qualunque squadra si giochi – dichiara il portiere dell’An, Marco Del Lungo –, la tappa di Napoli è sempre insidiosa e mercoledì non farà eccezione: la rosa della Canottieri è composta da giovani molto affiatati, con tanta voglia di fare bene. Al gruppo, per così dire, emergente si aggiungono elementi di sicuro valore e di esperienza come il capitano, Fabrizio Buonocore, regista e riferimento in ogni situazione, e un attaccante di livello come Brguljan, tiratore pericoloso da tutte le posizioni. Insomma, sarà una battaglia da affrontare con il massimo della concentrazione; un ottimo banco di prova per arrivare pronti alla trasferta di sabato, in terra serba».

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome