Io tifo positivo: il progetto del Basket Leonessa per educare i giovani ai valori dello sport

0

Il fenomeno del tifo sembra essere una delle questioni di maggiore importanza e rilevanza sociale. Il tifoper la propria squadra o contro la squadra avversaria è un fenomeno sociale complesso che nel pensiero comune presenta importanti differenze tra le varie discipline sportive. Se è vero infatti che il tifo calcistico è costantemente e sempre più spesso sotto i riflettori a causa dei numeri che coinvolge, per gli interessi economici e per gli episodi di violenza che si verificano e che vengono amplificati dall’interesse dei media, di recente il dibattito sul tifo ha fatto riferimento ad altri sport considerati “minori” come ad esempio rugby, pallavolo e basket. La differenza sta principalmente nei numeri; se è vero infatti che la partecipazione dei tifosi alle partite di calcio non è numericamente paragonabile a quella degli altri sport, gli episodi di violenza e di disordini caratterizzano purtroppo tutte le discipline sportive seguendo esattamente le stesse dinamiche del può popolare sport italiano.

Per questo nasce in alcuni dei centri Minibasket del Basket Brescia Leonessa l’iniziativa promossa dalla società con la psicologa Michela Marelli che ha lo scopo di sensibilizzare e confrontarsi sulla delicata questione del tifo nella specifica fase evolutiva dei bambini.

"L’iniziativa è finalizzata ad avvicinare i giovani al palazzetto educandoli ad un tifo appassionato e a far tornare gli stadi e i palazzetti ad essere luoghi sicuri, per i bambini e le loro famiglie, di divertimento e di svago, una partita un’occasione di sport “vero” da seguire con sana partecipazione -si legge nella nota del Basket Leonessa – oltre ad accrescere il senso civico vivendo la partita come momento di aggregazione e socializzazione sviluppando una mentalità sportiva che educhi al rispetto reciproco e alla tolleranza".

Il progetto si avvale di strumenti finalizzati ad aiutare i bambini a riflettere sugli aspetti negativi legati al tifo scorretto e a promuovere atteggiamenti leali e positivi, suscitando interesse e curiosità verso il fenomeno tifo.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome