Elezioni in vista: tra le donne Pd preoccupazioni per gli incarichi rosa

12

“Quest’anno niente iniziative, piuttosto vogliamo promuovere un momento di riflessione sull’idea di democrazia paritaria”. Queste le parole di Serafina Bandera, responsabile Pd per le pari opportunità in merito alla decisone di non organizzare iniziative in vista dell’otto marzo. In vista della presentazione per Europee ed Amministrative, tra le donne del Pd  si diffonde la preoccupazione per gli incarichi rosa nelle istituzioni. Ciò che temono è che si verifichi ciò che è accaduto alle scorse regionali, in cui sia Pd che Pdl, marginalizzarono politicamente le figure femminili. Diversamente è avvenuto alle Comunali di Brescia dato che in Loggia risiedono nel gruppo Pd più donne che uomini, “ma – sostengono le rappresentanti del Pd – più si sale di livello istituzionale più si fa esigua presenza femminile. Qualcosa però sta cambiando – aggiungono – basta guardare il nuovo governo Renzi composto da 8 donne”. Niente iniziative dunque ma una lettera a tutti i coordinatori di circolo del Bresciano con la  richiesta di valorizzare il ruolo delle donne.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

12 Commenti

  1. affrontiamo il tema a Ghedi
    7 marzo 2014 ore 21.00 presso Sede PD Ghedi – via Vivaldi (accanto al Lidl)
    QUOTE ROSA: UN’OPPORTUNITA’
    Int ervengono:
    – Simonetta Migliorati
    Candidat a Sindaco di Ghedi
    – Sara Valmaggi
    Vicepresid ente del Consiglio Regionale della Lombardia

    Alle urne arriva il voto di genere e sarà possibile esprimere due preferenze di sesso opposto.
    Il PD sostiene la democrazia partitaria: una scelta chiara a favore della rappresentanza di tutti, cittadine e cittadini.
    Il PD di Ghedi si impegna a sostenere un candidato sindaco donna e ad implementare la squadra amministrativa, diversamente dalle scelte della attuale Giunta, che ha inserito una figura femminile solo in seguito alla vittoria del ricorso al T.A.R., presentata dalle Opposizioni, che chiedeva la conformità di legge a riguardo.
    vi aspettiamo!

  2. Ma secondo voi chiedono di essere parificate o favorite? Mi sembra che si stia andando in questa direzione, da un pò di tempo a questa parte. Meritocrazia è l’unica cosa che dovrebbe contare, poi viene l’assistenzialismo.

  3. Povere piddine….a giudicare dalla moretti, dalla boschi ecc ecc ormai nel pd fanno carriera solo le top model….e poi dicevano di forza italia!

  4. caro o cara anticomunista. credo anche io che ci debba essere il merito. non amo la forzatura. ma questa è una fase necessaria.
    e caro ridente, adesso ci dobbiamo anche vergognare di avere belle (o brutte) donne?

    interessante l’iniziativa ghedese. passerò di sicuro!

  5. vorrebbe che ci fosse un egual numero di omosessuali, di trans e di transgender, di biondi, di mori, di castani, di rossi, di persone con gli occhi dei vari colori, di persone delle varie classi di età, di persone con i diversi titoli di studio, dei diversi paesi, delle diverse classi di reddito, professioni, religioni, preferenze sportive ecc, se vogliamo essere piddemocratici. O no?

  6. Simpatici i raffronti tra la le Renzi girls e le berlusconiane veline in bellavista nel panorama istituzionale. Fa tutto parte del più vuoto esercizio del nuovismo ora femminile, ora anagrafico, ora dogmatico che vorrebbe identificarsi con il cambiamento nella guida politica del Paese. Forse sarebbe meglio parlare di competenze e di professionalità, di idee e di contenuti, di soluzioni praticabili e di opportunità da sfruttare per slavare l’Italia. Ma queste sembra siano cose da vecchi…

  7. Chen dite del risultato della votazione? I maschietti piddini sono contro le vostre proposte. Ciononostante il piddi è il partito degli intelligentoni. O no’

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome