Oratorio di Pontoglio, studenti a scuola di arabo con docenti madrelingua

0

Gli iscritti sono già 55, quasi tutti figli di migranti. Stiamo parlando dell’iniziativa di dar vita a un corso di arabo per italiani di seconda generazione promossa dalla parrocchia di Pontoglio con la collaborazione dell’associazione “Il futuro”. L’idea è nata grazie al confronto tra il parroco don Angelo Mosca, il curato Massimo e Said Meghras, nato in Marocco, ma residente in Italia da oltre 20 anni e presidente de  “Il futuro”. Le lezioni si svolgono nelle aule dell’oratorio, ogni sabato mattina, e sono tenute da cinque docenti di lingua madre, che parlano un ottimo italiano. Ad aver aderito sono 55 studenti, dai 6 ai 15 anni, in maggioranza nati in Italia che parlano solo italiano, mentre i loro genitori parlano arabo, in alcuni casi solo quello. Dato il successo, l’oratorio annuncia una prossima edizione che potrebbe coinvolgere anche i giovani italiani. La comunità nordafricana ringrazia: “Un atto concreto di dialogo e fratellanza”. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. non era invece meglio insegnare l Italiano ai genitori e non l arabo ai bimbi?? visto poi che vivono in Italia magari se i genitori imparano bene l italiano riescono ad integrarsi meglio no??!!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome