Bagarre in consiglio provinciale per l’assessore Razzi tra Lega e Pd: seduta sospesa

6

Tra Lega Nord e Pd è stata guerra aperta questa mattina durante il consiglio provinciale. In apertura i consiglieri del Carroccio hanno esposto cartelli di solidarietà verso l’assessore al Turismo Silvia Razzi che di lì a poco sarebbe stata oggetto di una mozione di censura, presentata dal capogruppo del Pd in Broletto, Diego Peli, nella quale si critica fortemente l’operato dell’assessore per quanto riguarda la promozione della cultura, in particolare sull’organizzazione dell’ultima mostra “Moretto, Savoldo, Romanino, Ceruti. 100 capolavori dalle collezioni private bresciane”. Il consiglio provinciale è quindi stato sospeso per mancanza del numero legale. La seduta è ripresa poco minuti più tardi, ma i cartelli sono tornati in aula, tra le mani del pubblico questa volta.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

6 Commenti

  1. A proposito di promozione dela cultura, quanto è costata ad oggi alle casse provinciali la cosiddetta Fondazione Provincia di Brescia Eventi ? Qunate manifestaizoni culturali ha organizzato dalla sua nascita ? E la fantomatica Brecsia Orchestra quante volte si è esibita dalla sua nascita ? Quanto è costato il Direttore, oggi dimessosi, Rojatti e quanti concerti ha diretto durante ala su adirezione artistica ? Quanto è costato alle casse provinciali il Cd edito dalla Sony, dedicato a Tartini, con la collaborazione artistica Rojatti-De Angelis ? Pregasi rispondere: si parla di denaro pubblico…

  2. Hai dimenticato di prendere le medicine? Hai ripetuto ben OTTO volte lo stesso delirio… Da come scrivi, poi, capisco bene che i maestri ti siano antipatici: come hai fatto a passare la 5^ elementare se scrivi "se nè andato"? Ah, forse hai frequentato la Scuola Bosina o, forse, la tua è una padanamente sottile forma di disprezzo per l’odiata lingua del colonizzatore italiano…

  3. Nel marzo del 2011 (Corriere della Sera) la Signora Razzi dichiarava che la Fondazione Provincia di Brescia Eventi non si sarebbe dovuta occupare solo della cosiddetta Brescia Orchestra di Rojatti ma anche, come da statuto, di promozione culturale in senso molto più ampio. Dal 2011 nelle casse della Fondazione (ospitata gratuitamente nella Sede attuale dalla Provincia) sono tansitati 50 mila euro iniziali più 250 mila euro l’anno, più i circa 70 mila euro l’anno dello stipendio del maestro Rojatti, da poco dimessosi. Che fine hanno fatto questi denari pubblici se le attività culturali o presunete tali ad oggi si contano sulle dita di una mano ? Forse è proprio questa lo domanda principale che si è posta la Razzi, persona assai per bene, sensibile ed attenta in concreto alle istanze del territorio, prima di andarsene dalla Fondazione stessa. La sensazione è quella che, nella sua corretta attività pubblica, abbia visto parecchio di quello che non funziona e che risiede assai lontano dal bene comune. Le diamo credito.

  4. non ce l’ho affatto con i maestri (sono figlia di un maestro di chitarra classica) ma i sanguisuga stanno bene altrove, in quanto alla scuola Bosina pensa alla tua io ho 3 diplomi e non mi permeterei mai di dare dell’ignorante a una persona che scrive " se nè" anziche se n’è pensa bene la prossima volta VOLPINA ED IN QUANTO ALLE MEDICINE NON TI AUGURO CHE CAPITI A TE, FAI UN GIRO NEGLI OSPEDALI E POI BLATERA SE NE SEI CAPACE

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome