Oli nel fiume Gobbia: responsabile un’azienda metallurgica di Sarezzo

0

Per una volta, questa almeno, in Valtrompia i responsabili dell’inquinamento del fiume Gobbia (e quindi del Mella) hanno un nome. Si tratta di una ditta metallurgica di Sarezzo che, stando a quanto riportato dal dorso bresciano del Corsera, si sarebbe resa responsabile dello scarico di olii nel Gobbia. Non certo per propria volontà, ma per colpa di una perdita nella griglia di raccolta degli olii di stoccaggio, scarti di lavorazione del metallo.

A rivelare la perdita è stato un cittadino di Sarezzo che, dopo essersi accorto della presenza di olii nelle acque del Mella ha deciso di chiamare l’asl per segnalare il problema.

I tecnici sono quindi usciti per verificare il problema e hanno così scoperto una consistente presenza di olii nel terreno provenienti da una copiosa perdita dalla griglia di raccolta degli olii di stoccaggio. Il sito è stato messo successivamente in sicurezza aspirando gli olii dalla griglia e dalla tubazione.

Nel corso del sopralluogo i tecnici hanno scoperto anche che gli olii dispersi si erano infiltrati negli spazi usurati di una vecchia condotta di scarico dell’acqua piovana che confluisce direttamente nel torrente Gobbia. Per sanare il problema della perdita l’asl ha chiamato l’Arpa per la caratterizzazione del sito e la successiva bonifica.

L’Arpa inoltre avrebbe scoperto che la ditta avrebbe rotto la tubatura durante le opere di ampliamento dell’azienda in corso da qualche mese. La ditta ha autodenunciato il fatto e provvederà a pagare di tasca propria la bonifica del sito inquinato dagli olii.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome