Colpevole di aggressioni e rapine, marocchino incastrato dalle telecamere

0

Era già ben noto alla polizia B.B., il tunisino 24enne che è finito a Canton Mombello il 19 marzo. La polizia lo ha fermato in via Corsica. L’uomo, disoccupato e pregiudicato, si è reso responsabile di due rapine per le quali è stato identificato. La prima il 26 febbraio nel sottopassaggio della stazione, quando ha aggredito, insieme ad un connazionale, un cittadino marocchino di 45 anni davanti al distributore di bibite. Le telecamere di sorveglianza avevano registrato il fatto, tanto che B.B. era già stato portato all’Ufficio Immigrazione per le pratiche di espulsione. Ma il 24enne l’8 marzo ha messo a segno un altro colpo: intorno alle due di notte ha aggredito il titolare del bar Coccinella in via Corfù, subito dopo la chiusura. A prendere a calci e pugni l’uomo, cinese 50enne, oltre a B.B., un gruppo di nordafricani che l’hanno assalito per rubargli l’orologio, un rolex da 10mila euro. Il titolare aveva poi raccontato alla polizia che gli aggressori poo tempo prima avevano consumato bevande al bar e che quindi erano stati registrati dalle telecamere del locale: dei tre è stato riconosciuto B.B.. La polizia sta ancora cercando i complici.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Il tunisino aggredisce il marocchino, poi con altri nordafricani aggredisce un commerciante cinese con tanto di costoso Rolex al polso. Fino alla fine degli anni ottanta non si vedeva a Brescia tutta questa positiva globalizzazione e questa splendida integrazione multirazziale. Vuol dire che abbiamo delle buone leggi, che fanno paura ai malavitosi e tengono lontano chi viene qui per delinquere.

  2. puoi essere di destra, di sinistra, di centro, di quello che vuoi, ma non puoi non essere d’accordo che questa gente, nella nostra Città, non può e non deve vivere. ma se è conosciuto, che cosa ci fa in circolazione? che cosa aspettano a metterlo dentro o a rimandarlo nel suo paese? possibile che siamo così molli e apatici che chiunque viene qui a farsi i propri comodi, impunito e sempre giustificato? prima o poi questo (e altri come questo) il morto lo fanno… e dopo di chi sarà la colpa? della società? della mancata integrazione? del rassismo? o di chi non ha fatto rispettare la legge e di chi non l’ha applicata?

  3. Nes non pensi che a volte mentre se le suonano tra di loro magari, qualche onesto Bresciano che paga le tasse perciò paga lo stipendio anche al sindaco al vice sindaco e al capo dei vigili, potrebbe passare di li e prendersi due mazzate pure lui??? sai il detto trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato?? ecco Brescia sta diventando il posto sbagliato basta fare solo coincidere l orario sbagliato ed ogni onesto cittadino è a rischio!!!

  4. A Brescia per ora sono singoli episodi ma presto finirà come a Milano gang di nordafricani o sudamericani che terrorizzeranno la città è tutto questo grazie alla sinistra, sindacati, centri sociali e a una destra vera che a Brescia non esiste!!

  5. Vorrei essere nel Bronx. Ci sono stato l’estate scorsa, anche di sera: è un quartiere sicurissimo, anche di sera , grazie alla tolleranza zero del sindaco Giuliani prima e del sindaco Bloomberg, poi.numerosi cittadini di NY, me l’hanno confermato. Stessa cosa vale per tutti i quartieri della città.

  6. Era un paragone volto a rendere l’idea data la nomea che il bronx ha sempre avuto tra la gente. Hai fatto bene cmq a puntualizzare che oggi, rispetto agli anni 70′, 80′ sia molto più sicuro, tranne alcune zone a rischio come può essere il South bronx. Cmq sia tornando a Brescia mi sembra stupido, esagerato e disonesto creare allarmismi. Poi se per te invece è giustificato vorrà dire che reciterò in un altro film stavolta intitolato col nome della Leonessa anzichè del quartiere newyorkese. Saluti

  7. Io abito in zona e mai ho avuto problemi (per ora). Per il violento di turno…tante legnate ci vorrebbero, forse l’unico deterrente per questa feccia inutile (italiani o stranieri che siano).

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome