La nouvelle danse francese: sabato l’ultimo appuntamento con la danza

0

Negli Anni Ottanta del Novecento l’Europa è protagonista di una vera e propria esplosione della danza contemporanea. La Francia ne è la punta di diamante con la sua nouvelle danse, etichetta ampia che raccoglie sotto un unico ombrello le identità multiple di coreografi assai diversi tra loro: Jean-Claude Gallotta, Maguy Marin, Philippe Decouflé, Karine Saporta, Dominique Bagouet. Grazie alla lungimiranza del Governo, in pochi anni quello francese diventa un modello istituzionalizzato di produzione e diffusione della creazione contemporanea che, unico nel suo genere, conquista un nuovo pubblico in patria e all’estero, anche attraverso il linguaggio immediato e accattivante della videodanse.

Ada d’Adamo ha scritto e curato volumi sulla danza e il teatro del Novecento, tra i quali le monografie Danzare il rito ( Bulzoni, ’99) e Mats Ek ( L’Epos, 2002), e l’intervista Emio Greco | PC ( L’Epos, 2004).

LE STORIE DELLA DANZA CONTEMPORANEA:
Una grande e importante novità portata a Brescia da Container12 "Le Storie della danza contemporanea", un progetto di Carolina Italiano, curato da Anna Lea Antolini, in co-produzione tra MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Cro.me.- Cronaca e memoria dello Spettacolo e dell’Ente Promozione Danza della Fondazione Romaeuropa. Un ciclo di incontri dedicati ai grandi protagonisti della danza degli ultimi 50 anni condotti da importanti critici e storici della danza italiana, ospitati a Brescia grazie al sostegno del Comune di Brescia e alla preziosissima collaborazione con Fondazione Brescia Musei e Santa Giulia – Museo della Città.
Il progetto prevede 5 incontri che si svilupperanno tra il 31 ottobre 2013 e il 29 marzo 2014.

Chi sono i protagonisti della danza contemporanea degli ultimi 50 anni? Quali le influenze e le contaminazioni con il mondo dell’arte e dell’architettura contemporanee? Quali le idee che hanno rivoluzionato il modo di danzare?
Vito Di Bernardi, Patrizia Veroli, Francesca Pedroni, Maria Pia D’Orazi, Ada D’Adamo, incontrano il pubblico del Museo Santa Giulia per raccontare la storia della danza contemporanea da Merce Cunningham al fenomeno della nouvelle danse e scoprire insieme il rapporto danza, architettura, arte con contributi video provenienti da Cro.me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo di Milano e dall’Archivio Storico della Fondazione Romaeuropa.

INGRESSO LIBERO
Presso: White Room del Museo di Santa Giulia, Via Musei 81 – Brescia
Per informazioni: 339 7632822, [email protected]

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome