La grinta del Millenium batte il Cerea

0

Millenium e Cerea non si risparmiano e danno vita a una bellissima gara, ricca di forti emozioni, rimonte e con un finale thriller che vede premiate le ospiti. Le bresciane ci mettono grande motivazione e la giusta cattiveria, portando a casa un tesoretto importantissimo per la classifica alla luce delle sconfitte di Porcia a Piacenza e del Bassano al tie-break contro Martignacco.

Coach Nibbio dovrà fare a meno per un po’ di entrambe le bande titolari, e sceglie di dare fiducia alla giovane Bellini e a Camanini. A completare il sestetto titolare ci sono Baldi opposto, Raccagni e Dall’acqua al centro, Treccani in regia e Calzoni libero.

A giudicare dal punteggio del primo set si potrebbe pensare a un Cerea arrendevole, privo di forza, mentre in realtà è preso totalmente in contropiede del ritmo indiavolato delle bresciane che impongono il loro gioco. La battuta è forzata ed efficace nel mettere in difficoltà la ricezione dell’Isuzu Enermia, che con palla staccata si inchioda sul solido muro di Dall’acqua (10-16). Millenium gioca probabilmente il miglior set dell’anno e attacca a valanga conducendo tutto il set, nonostante le scaligere ci mettano una difesa encomiabile che costringe il team bresciano a rigiocare più volte la palla, ma con grande pazienza e lucidità Millenium prende il largo 14-25.

Le veronesi non si fanno cogliere in contropiede anche nel secondo parziale, e l’inizio è in equilibrio 8-7 e poi 10-10. Bellini lavora bene in ricezione e mette le mani per un gran punto a muro 14-14 , ma le padrone di casa non fanno cadere una palla e l’extra-possesso trova spesso le solite Brutti e Zampieri pronte a pungere e così scappano 22-18. Millenium pare meno lucido e il set sembra compromesso, ma Nibbio parla con le sue ragazze ed ecco la grande reazione: Treccani illumina il gioco e Camanini mette a terra la sfera per il pareggio 22-22, e poi ecco l’allungo decisivo che non lascia campo all’Isuzu Enermia 22-25, un parziale di 0-7 da applausi.

Dopo numerosi cambi le venete trovano la loro formazione ideale nel terzo set. La partenza è in equilibrio ma Cerea ha il merito di mettere un break di vantaggio sulle bresciane, che quest’ultime non riusciranno a colmare. Millenium forza la battuta ma non pesca il jolly, viceversa trova tanti errori e la rimonta non arriva: le padrone di case vincono 25-21 e accorciano le distanze 1-2.

Terzo set anch’esso con un inizio in bilico, la tensione si fa sentire le due squadre alternano giocate spettacolari a errori banali; è partità a 12. Bladi attacca senza sosta (26 punti in totale) e Raccagni spinge al servizio ma Cerea è sempre attaccato 15-15. Un paio di imprecisioni delle lombarde costano il massimo svantaggio 21-19 e lo spauracchio del tie-break è dietro l’angolo. Le bresciane accorciano 23-22 e annullano un set point pareggiando a 24. Cerea è avanti di nuovo ma su una palla dubbia l’arbitro assegna il punto al Millenium che pareggia ancora con grandi proteste delle locali. La situazione è tesa e l’arbitro ricorre al cartellino giallo che però da quest’anno non comporta la penalizzazione di un punto. Ora il palazzetto è una bolgia, ma Brescia non si fa intimorire e trova la grinta per rispondere colpo su colpo e annulla diverse palle set. 29-29, 30-30, 31-31, il set sembra destinato a non finire più. La ricezione delle lombarde tiene e Calzoni si supera in difesa, la palla non cade più e saltano tutti gli schemi 32-32. E’ una gara di nervi e di grinta, e alla fine la spunta il Millenium 32-34 con un muro di una Dall’acqua in grande spolvero (18 punti, 5 a muro, 76% di efficacia in attacco) che fa esplodere di gioia le bresciane.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome