Pestato sul bus 16enne, l’aggressore resta ai domiciliari

1

Resterà ai domiciliari il 22enne della nuova Guinea che, arrestato dalla Polizia Locale di Montichiari, aveva picchiato violentemente un 16enne sul bus per questioni irrisolte di debiti di droga. Per lui niente carcere: lo ha stabilito il giudice in sede di udienza di convalida della misura cautelare. E proprio durante l’udienza è stata ricostruita la vicenda che ha portato all’aggressione:  la vittima a dicembre aveva ricevuto in conto vendita un etto di marijuana ma ad aprile gli era stata sequestrata durante un controllo davanti al centro commerciale Freccia Rossa. Così il 16enne ha cercato di nascondersi nei mesi successivi, fino a sabato quando il pusher lo ha trovato e aggredito. L’aggressione, avvenuta sabato pomeriggio, ha aperto un’inchiesta sulle gang giovanili ora in mano agli agenti coordinati dal comandante Cristian Leali. 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome