Truffa nel Bresciano: monili d’oro falsi per pagare la benzina

0

Fermati sabato pomeriggio dai carabinieri di Verolanuova tre bulgari sospettati di essere gli artefici di una truffa legata alla vendita di monili d’oro falsi. I malviventi fingevano di essere rimasti con il serbatoio dell’auto a secco e di non avere con sé contanti. Proponevano poi alla vittima l’acquisto di un bracciale o di una catenina d’oro a prezzo scontatissimo per recuperare il denaro “necessario”. Peccato però che gli oggetti venduti non avevano alcun valore. I “venditori” viaggiavano su un’auto con targa bulgara: le prime truffe sono state effettuate a Gussago, Rezzato e nella Bassa Bresciana (episodi sono stati segnalati a Ghedi e a Manerbio). Le vittime hanno tirato fuori qualche centinaia di euro per bigiotteria di basso livello, non tutti i colpi però sono andati a segno: qualcuno si è accorto subito dell’imbroglio. I tre fermati sono stati identificati dai carabinieri, grazie anche alle descrizioni fatte dai compratori. Nessuna prova concreta contro di loro, le indagini sono ancora in corso.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome