Pensionamenti e nomine, rivoluzione a BresciaOggi. Bencivenga al vertice

3

(a.tortelli) Il mondo della stampa bresciana è in continuo fermento. E quella decisa nei giorni scorsi per BresciaOggi, secondo quotidiano della provincia, è una piccola rivoluzione.

Il direttore della testata, infatti, resta Maurizio Cattaneo, a capo anche dell’Arena di Verona (la città scaligera è da tempo la sua sede di lavoro). Ma – secondo quanto risulta a Bsnews.it – sabato sarà l’ultimo giorno di lavoro per le due figure più importanti del gruppo Athesis in terra bresciana: il caporedattore centrale Aldo Sorlini e il caporedattore Mario Grigoletto, entrambi prepensionati dal primo marzo. Una mossa che segue a stretto giro il pensionamento di Cinzia Reboni (caposervizio della Provincia), il prepensionamento di Ivano Rebustini (numero due in Cronaca), e il trasferimento nel Regno Unito di Giovanni Armanini (redattore di cronaca, sport ed economia).

A seguito di queste uscite, Marco Bencivenga (la sua foto è presa da Facebook) diventa ufficialmente responsabile della redazione di BresciaOggi con l’incarico di caporedattore centrale. Il suo vice sarà Giulio Tosini, che continuerà a occupare anche il ruolo di caposervizio dello Sport, con Vincenzo Corbetta come vice. Mentre Piergiorgio Chiarini (già coordinatore della redazione di Brescia.tv) diventerà il nuovo capocronista, con Natalia Danesi vice. A capo della Provincia rimarrà Nello Scarpa, mentre Paolo Laffranchi sarà diviso tra Spettacoli e Sport (e non più tra Spettacoli e Provincia).

Contestualmente l’assemblea dei redattori ha indicato la sua nuova rappresentanza sindacale. Il Cdr è composto da: Giulio Tosini, Eugenio Barboglio e Luca Canini.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

3 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome